Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookies!

Ciò accade in quanto la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza cookies he tu hai deciso di lasciare disabilitati.  Per poter vedere questi contenuti o utilizzare queste funzionalità devi abilitare i cookies: clicca qui per accedere alle impostazioni dei tuoi cookies.

ASPETTI OCCUPAZIONALI

In linea di massima, questo è un aspetto del business plan che viene richiesto prevalentemente  dai formulari che gli enti Pubblici (Stato, Regione, Provincia e Comune) predispongono, quando aprono dei “bandi” per finanziare in vario modo le nuove attività imprenditoriali. Tutto ciò ha un fondamento bene preciso: visto che lo Stato finanzia la tua iniziativa economica, vuole sapere a quante persone darai lavoro grazie al fatto che entrerai nel “business”. Infatti, per lo Stato è importante sapere che finanzierà delle attività che sviluppano l’occupazione, cioè che daranno dei  posti di lavoro a chi un lavoro non ce l’ha.

E non dimenticare una cosa importantissima: lo Stato, quando finanzia progetti per nuove iniziative imprenditoriali, o ampliamenti di iniziative già presenti, assegna dei punteggi al progetto.

Quindi, nel caso ti trovassi a compilare un formulario come questo, ricorda di tenere presenti gli aspetti occupazionali perchè, in base ad un rapporto investimenti/occupazione creata, lo Stato assegna un punteggio maggiore se  nella tua iniziativa inserisci più persone disoccupate.

In alcuni casi al rapporto investimenti/occupazione creata viene assegnato un punteggio in base al valore che assume questo rapporto. Così, a seconda del valore che si ottiene da questo rapporto, viene assegnato il punteggio. Facciamo un esempio: il tuo investimento è di 100.000 euro. Ipotizziamo tre ipotesi: la prima è quella in cui assumi un dipendente a progetto; la seconda è quella in cui ne assumi due; la terza è quella in cui ne assumi quattro. Bene: dividendo il valore degli investimenti (100.000) per il numero di dipendenti che intendi assumere, nella prima ipotesi il risultato del rapporto è 100.000 (dato da 100.000 di investimenti diviso un dipendente); nel secondo caso è 50.000 (100.000 di investimenti diviso due lavoratori); nel terzo caso è 25.000 (100.000 di investimenti diviso quattro lavoratori).

Lo Stato, ovviamente, preferisce finanziare attività che danno lavoro a più persone, e quindi preferisce il valore 25.000 a quello di 100.000, e attribuisce un punteggio proprio in base a questo valore. Quindi, più è basso il valore del rapporto, più alto è il punteggio che lo Stato attribuisce all’iniziativa, e meglio è per te e per la tua idea!!

Al contrario, se il finanziamento non viene dallo Stato, ma da un altro finanziatore (ad esempio una banca), non è così importante specificare gli aspetti occupazionali della tua business idea. Anche se, per dare un’idea completa di quello che vuoi fare, è sempre un’ottima idea specificare a quante persone darai lavoro grazie al tuo business. Perchè alla fine, uno degli aspetti più rilevanti del mestiere dell’imprenditore è anche quello di dare occupazione a chi non ne ha!!

segue la sezione  “SPIN-OFF AZIENDALE” –>

Informativa sui Cookies
Su questo sito utilizziamo strumenti di terze parti che si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.  I cookie tecnici sono sempre abilitati. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitandoli, ci permetterai di offrirti un’esperienza migliore sul sito.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookies!

Ciò accade in quanto la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza cookies he tu hai deciso di lasciare disabilitati.  Per poter vedere questi contenuti o utilizzare queste funzionalità devi abilitare i cookies: clicca qui per accedere alle impostazioni dei tuoi cookies.