Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookies!

Ciò accade in quanto la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza cookies he tu hai deciso di lasciare disabilitati.  Per poter vedere questi contenuti o utilizzare queste funzionalità devi abilitare i cookies: clicca qui per accedere alle impostazioni dei tuoi cookies.

DONNA LAB e Business Plan: l’evento dedicato alle donne che fanno impresa

DONNA LAB e Business Plan: l’evento dedicato alle donne che già fanno impresa o che hanno deciso di mettersi in gioco e vogliono iniziare a farla.

Giancarlo Barbarisi - DONNA LAB e Business PlanChe cos’è DONNA LAB? Anzi: cosa è stato?  Si tratta del primo evento organizzato per le donne che già fanno impresa o che hanno deciso di farla.

Contrariamente a quanto molti possano pensare, in questi ultimi mesi io e il team di businessplanvincente siamo stati letteralmente inondati da domande di finanziamento.

Può sembrare strano e anche controcorrente, eppure è così! E c’è anche un altro dato molto interessante che riguarda le richieste di finanziamento:

DONNA LAB e Business Plan: le occasioni di finanziamento per le imprenditrici italiane

Stavo dicendo che c’è un altro dato molto interessante e che riguarda nello specifico la nostra attività e cioè la redazione di business plan per chiedere i finanziamenti europei. Infatti, nel corso del 2020 e all’inizio di questo 2021 il numero di donne che hanno chiesto di effettuare l’analisi di pre-fattibilità della loro idea di business è cresciuto moltissimo.

Non voglio dire che il dato viene equiparato a quello degli uomini ma c’è un’importante crescita. Posso affermare senza ombra di smentita che circa il 35% degli incontri di consulenza si svolge con donne.

Donne che già fanno impresa con successo e donne che hanno voglia di cambiare e che hanno deciso di mettersi in gioco. Nel primo caso si tratta di donne che stanno già a capo delle loro aziende che, sempre più spesso, sono dei veri e propri imperi. Nel secondo caso, si tratta di donne che, per i motivi più svariati, hanno abbandonato l’idea del famoso “posto fisso” e hanno scelto una vita diversa. 

In entrambi i casi, si tratta di donne che cercano (e hanno cercato) stimoli diversi, nuove sfide e nuove opportunità. Molto spesso, si tratta di donne che hanno deciso di realizzarsi tramite il lavoro e che, quindi, hanno scelto un approccio diverso al mondo del lavoro. 

DONNA LAB: cosa manca alle donne imprenditrici?

Quasi tutte queste donne hanno, tuttavia, una cosa in comune tra di loro e che condividono con i colleghi imprenditori: una diffusa mancanza di managerialità. 

Eh già… Sempre più spesso, da tutte le parti, sentiamo dire che il vero punto di debolezza della nostra classe imprenditoriale è proprio la competenza gestionale. E, questo, accade sia da una parte che dall’altra. Una competenza gestionale che, sempre più spesso e volentieri, è affidata al caso, alla fortuna o al “Io, speriamo che me la cavo“, per citare il famosissimo libro di Marcello D’Orta

Argomenti come la finanza aziendale, il controllo di gestione oppure la semplice lettura di un bilancio di esercizio sembrano essere sempre più sconosciuti alla nostra classe imprenditoriale. Sempre più spesso, infatti, imprenditori e aspiranti imprenditori, sia uomini che donne, manifestano delle difficoltà in ordine alla semplice lettura dei dati di bilancio.

Si tratta di vuoti di competenza abbastanza preoccupanti poiché un’azienda, di qualsiasi dimensione, si basa proprio sulla conoscenza di questi aspetti. Quando poi, iniziamo a parlare di business plan, allora si aprono delle voragini davvero preoccupanti.

La mancanza di competenza manageriale

Uomini e donne, in questo, si equivalgono e dividono in modo equo questo triste primato. Infatti, la mancanza di competenza manageriale è abbastanza diffusa. E, così, ci troviamo di fronte ad imprenditori che non sanno quanto fatturano e, cosa ancora più grave, quanto guadagnano. Figuriamoci se sanno qual è il margine di contribuzione delle loro attività oppure se conoscono altri aspetti del loro business.

Sempre più spesso, infatti, mi capita di parlare con imprenditori e imprenditrici anche di medio-grande dimensione che non conoscono  i “numeri” del loro business. Ricordo sempre una cosa molto importante: il lavoro di un imprenditore (o di un’imprenditrice) consiste nel prendere decisioni

E quando un imprenditore (o un’imprenditrice) non conosce i numeri “fondamentali” del suo business la mia domanda sorge spontanea:

SULLA BASE DI COSA PRENDE LE DECISIONI?

Ecco, questo è il punto essenziale di quella che io chiamo “cultura d’impresa“!

Come si fa a guidare un’azienda senza conoscerne le leve di gestione?

Si può gestire un’azienda senza conoscere i numeri del bilancio di questa azienda?

Come si fa a guidare un’automobile senza avere la patente (al di là del fatto che la guida senza patente non è consentita dalla legge?)

Come si fa a non pianificare il proprio business passo dopo passo?

Ecco! tutto questo è stato DONNA LAB. 

Alle donne che hanno partecipato all’evento (circa cento) ho spiegato l’importanza di fare il business plan della loro idea imprenditoriale prima di imbarcarsi in qualche business che potrebbe risultare fatale. A queste stesse donne, ho esposto le ragioni per cui è sempre bene pianificare tutti gli aspetti del proprio business. A queste donne ho esposto le tante opportunità di finanziamento che esistono per trasformare le loro idee in qualcosa di fattivo.

DONNA LAB e Business Plan: i finanziamenti europei

Alle donne che hanno partecipato a DONNA LAB ho presentato i vantaggi di quella che io chiamo “FINANZA ALTERNATIVA“. Si tratta delle modalità di reperimento di risorse finanziarie (cioè, SOLDI) senza passare dal circuito finanziario tradizionale, cioè la BANCA. Come ho detto dallo studio TV dal quale ho presentato il DONNA LAB, ci sono davvero tantissime opportunità di finanziamento per le donne che già fanno impresa o che hanno appena deciso di farla. 

Ho presentato quello che, in questo momento, è il bando per eccellenza dedicato alle donne: il “Nuove Imprese a Tasso Zero” di INVITALIA. Si tratta di un bando che sta andando decisamente bene e grazie al quale sono state finanziate molte iniziative. Poi, ho presentato il “Contratto di Sviluppo“, sempre di INVITALIA e poi ho presentato anche altre opportunità.

"Giancarlo Barbarisi"

Il Messaggio che ho voluto dare alle donne che fanno impresa è il seguente: prima di presentare la domanda di finanziamento per ottenere i soldi dall’Europa, è necessario scrivere il business plan!

Senza il business plan le domande di finanziamento non vengono nemmeno esaminate per mancanza dell’elemento fondamentale che serve per valutare un’idea di business. Ho dato ampio spazio ai contenuti del business plan e ho detto alle donne presenti che il Business Plan non è un accessorio oppure un “qualcosa in più”. Ho detto la banale verità: il progetto dell’idea di business è l’elemento più importante perché grazie al progetto della tua idea è possibile capire un po’ di cose.

CONCLUSIONI

Mi hanno chiesto, da più parti, se DONNA LAB e il Business Plan sarà un evento “one shot” che si fa, cioè, una volta sola.

La mia riposta è stata secca: NO. Quella di domenica 28 marzo è stata la prima edizione. Sto pensando di replicare l’evento più spesso perché le donne che hanno bisogno di essere guidate in questo settore sono davvero tante. Perché le donne che fanno business sono sempre di più e c’è bisogno anche del loro contributo per risollevare le sorti della nostra economia.

DONNA LAB non sarà un evento fine a se stesso ma credo che diventerà un vero e proprio “FORMAT” per dare al più alto numero di donne la possibilità di mettersi in proprio, di sviluppare le loro idee e di dare un contributo fattivo alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese.

Condividi:

Lascia un commento

Informativa sui Cookies
Su questo sito utilizziamo strumenti di terze parti che si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.  I cookie tecnici sono sempre abilitati. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitandoli, ci permetterai di offrirti un’esperienza migliore sul sito.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookies!

Ciò accade in quanto la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza cookies he tu hai deciso di lasciare disabilitati.  Per poter vedere questi contenuti o utilizzare queste funzionalità devi abilitare i cookies: clicca qui per accedere alle impostazioni dei tuoi cookies.