CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO:CONTRATTI DI SVILUPPO

Contributi a fondo perduto: contratti di sviluppoContributi a fondo perduto: Contratti di Sviluppo per le Regioni della Campania, Puglia, Sicilia e Calabria e per la Provincia dell’Aquila.Contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati fino alla copertura del 75% dell’investimento  per le imprese italiane che operano nei settori industriale, turistico e commerciale. Il contratto di sviluppo coinvolge nella realizzazione del progetto di investimento: l’impresa (o più imprese), Invitalia ed eventualmente anche le amministrazioni pubbliche (se il progetto lo prevede).

Per accedere ai contributi a fondo perduto e  ai finanziamenti agevolati previsti dai contratti di sviluppo occorre presentare progetti di investimento che vanno minimo dai  7 milioni di euro ad un massimo di 30 milioni di euro ( il minimo e il massimo varia in base al settore di attività e alla tipologia di investimento). I progetti di investimento possono riguardare anche la realizzazione di infrastrutture di pubblico interesse.

Il  Contratto di Sviluppo finanzia progetti di investimento nei seguenti settori:

  • manifatturiero
  • estrattivo e della fornitura di energia (salvo i divieti e le limitazioni previste dalle normative UE)
  • commercio (solo alcuni settori)
  • alloggio e ristorazione
  •  informazione e comunicazione
  • trasporto (solo alcune attività)
  • magazzinaggio (solo alcune attività)
  • servizi (solo alcune attività)

Per accedere ai contributi a fondo perduto dei contratti di sviluppo occorre predisporre il business plan relativo al piano degli investimenti che si intende realizzare.I contributi a fondo perduto e i finanziamenti agevolati coprono fino al 75% delle spese per i seguenti investimenti:

  • acquisto del  suolo aziendale e sue sistemazioni: nel limite del 10% dell’investimento complessivo
  • opere murarie e assimilate
  • infrastrutture specifiche aziendali
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie, nuovi di fabbrica
  • mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione o per il trasporto in conservazione condizionata dei prodotti
  •  programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa
  • brevetti
  • licenze
  • know-how
  • conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi (fino al 50% dell’investimento).

Il business plan e la documentazione per l’accesso alle agevolazioni devono essere  inviato all’indirizzo di posta elettronica contrattidisviluppo@invitalia.it e presentata a:  Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. – Finanza e Impresa-Via Calabria, 46 -00187 Roma.

Per assistenza nella compilazione della domanda e della stesura del business plan telefona allo 06.688.91.958 oppure scrivi a staff@businessplanvincente.com

Condividi:

7 risposte a “CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO:CONTRATTI DI SVILUPPO”

    1. Ciao Alessandro,

      per sapere se la tua idea è finanziabile oppure no, occorre avere il codice ATECO dell’iniziativa e verificare se rientra (o meno) nell’ambito delle attività finanziabili. Se rientra e se ci sono tutti gli altri requisiti di ammissibilità, non ti resta che scrivere il business plan dell’idea stessa e presentarlo allegato alla domanda di finanziamento.

      1. salve, vorrei sapere dove trovo l’elenco dei codici ateco finanziabili? esiste un bando completo con i fac-simili da compilare?

        1. Ciao Manuela,

          vista la complessità di gestione dei contratti di sviluppo, gli stessi sono seguiti dal Ministero dello Sviluppo Economico tramite Invitalia:pertanto per tutte le informazioni puoi contattare i loro uffici.

    1. Ciao Ubaldo,
      ai contratti di sviluppo possono accedere solo le imprese già costituite al momento della presentazione della domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *