SOCIETA’ SEMPLICE (Ss)

La costituzione di una Società Semplice (Ss) è indicata per lo più per la gestione di:

  • patrimoni immobiliari
  • attività professionali in forma associata
  • attività di tempo libero
  • attività agricole

I soci di una Società Semplice hanno il  potere di rappresentanza e di amministrazione e rispondono in modo illimitato e solildale: ciò significa che rispondono con tutto il loro patrimonio personale per qualsiasi debito della società, contratto durante lo svolgimento della gestione aziendale, a prescindere da quanto capitale  hanno conferito all’inizio dell’attività. In questo modo, se il patrimonio della società non è sufficiente a coprire i debiti, i creditori possono rivalersi sui patrimioni personali dei soci.

Per la costituzione della società semplice non è  richiesto un capitale sociale minimo per poter iniziare. Entro 30 giorni dall’accordo tra i soci,davanti ad un notaio, la Società Semplice deve essere iscritta presso il Registro delle Imprese, della Camera di Commercio territorialmente competente.

Il reddito conseguito dalla società (sia che si tratti di un utile che di una perdita) è suddiviso tra i soci,  alla fine di ogni esercizio, in proporzione alle quote di partecipazione.

La gestione di una Società Semplice può prevedere:

  • un’amministrazione disgiunta: questo è il modello tradizionale
  • un’amministrazione congiunta all’unanimità: in questo tipo di amministrazione è richiesto il consenso unanime di tutti i soci amministratori
  • un’amministrazione mista: in questo caso si ricorre all’amministrazione disgiunta per i fatti di gestione ordinaria, mentre si ricorre all’amministrazione congiunta  per i fatti di  gestione straordinaria
  • amministrazione congiunta a maggioranza: le decisioni sono affidate alla maggioranza degli amministratori

Tuttavia i soci che non sono amministratori e quindi non partecipano direttamente all’amministrazione della società, hanno comunque il diritto ad essere informati e a consultare i documenti.

Il rendiconto che a fine esercizio  viene redatto, serve per tenere informati i soci non amministratori: anche se comunque, per la Società Semplice, non c’è obbligo di deposito del rendiconto.

La Società Semplice può sciogliersi, nei casi in cui:

  • è  decorso il termine e la società non viene prorogata
  • si è conseguito l’oggetto sociale
  • ci si trova  impossibilitati a conseguire l’oggetto sociale
  • c’è una  decisione unanime dei soci
  • si verificano le  cause previste nel contratto sociale

Lo scioglimento della società  va comunicato al Registro delle Imprese della Camera di Commercio.

La scelta della Società Semplice presenta sia dei vantaggi che dei svantaggi:

Società Semplice: vantaggi e svantaggi