Nuove imprese a tasso zero: la nuova opportunità offerta da INVITALIA

Nuove imprese a tasso zero: INVITALIA ha rifinanziato il bando con 100 milioni di euro.

Ciao,

oggi sono qui perché ci sono ottime notizie sul fronte INVITALIA per il bando “Nuove Imprese a tasso zero”. Vediamo di cosa si tratta e guardiamo, come al solito, la scheda tecnica.

Nuove imprese a tasso zero: la scheda tecnica del bando

Come ti dicevo poco fa, INVITALIA ha stanziato altri 100 milioni di euro da destinare al bando “Nuove Imprese a tasso zero”. Di cosa si tratta? Questo è un bando che INVITALIA ha inaugurato nel 2016 nel quale, all’inizio, aveva messo 50 milioni di euro. Il bando ha riscosso un grandissimi successo di mercato e questi 50 milioni sono stati esauriti immediatamente. Per questo motivo, INVITALIA ha ri-finanziato il bando e quindi ci ha messo dentro questi “nuovi” 100 milioni di euro. Tutto ciò è stato fatto per creare nuove opportunità di lavoro.

Vediamo la scheda tecnica e vediamo di cosa si tratta e, soprattutto, quali sono le opportunità del bando.

Nuove imprese a tasso zero: gli obiettivi del bando

Come puoi vedere, gli obiettivi del bando “nuove imprese a tasso zero” sono i seguenti. Si tratta di un incentivo diretto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Oppure, è un’opportunità per le donne che vogliono avviare una micro o una piccola impresa. Gli incentivi del bando sono validi sull’intero territorio nazionale.

Cosa significa questa previsione? Significa che se hai un’età compresa tra i 18 e i 35 anni puoi partecipare al bando. Ma puoi partecipare al bando anche se la compagine sociale della tua azienda è a prevalenza femminile. Vediamo in cosa consiste l’agevolazione prevista dal bando “Nuove imprese a tasso zero”. Guardiamo la scheda tecnica.

Nuove imprese a tasso zero: ecco in cosa consiste l’agevolazione

Le agevolazioni previste dal bando “Nuove Imprese a tasso zero” consistono in:

  • un finanziamento agevolato senza interessi. Si tratta proprio di un finanziamento con tasso di interesse pari a zero. Quindi, lo Stato ci finanzia i soldi senza chiedere il tasso di interesse
  • la durata del finanziamento è di 8 anni. Ciò significa che il finanziamento deve essere restituito entro otto anni dall’apertura degli investimenti.
  • La copertura del bando arriva fino al 75% degli investimenti complessivi. ciò significa che il 25% degli investimenti ce li devi mettere di tasca tua. Questo, a me, sembra equo perché, altrimenti, saremmo capaci tutti di fare gli imprenditori con i sodi dello Stato.
  • Il finanziamento arriva ad un massimo di 1,5 milioni di euro. Questo significa che si possono presentare dei progetti e il finanziamento massimo che può essere concesso da INVITALIA è di 1,5 milioni. Questo sembra decisamente un’ottima opportunità non solo per la creazione di Micro e Piccole imprese ma anche il sostengo finanziario di imprese che hanno le dimensioni un pochino più grandi.

Andiamo avanti con la scheda tecnica.

Quindi, in cosa consiste l’agevolazione? Come al solito qui siamo nell’ambito di un’agevolazione concessa in “regime de minimis“. Sfatiamo un pochino questo “buco” di informazione perché, come puoi leggere, il “regime de minimis” è una regola definita dall’Unione Europea la quale prevede che gli aiuti concessi alla stessa impresa, sommati tra di loro, non possono superare il limite massimo di 200.000 euro in tre anni.

Nuove imprese a tasso zero: i settori ammessi al finanziamento

Andiamo avanti con la scheda tecnica.

Il bando “Nuove Imprese a tasso zero” prevede che i settori ammessi al finanziamento siano i seguenti:

  • industria
  • artigianato
  • trasformazione di prodotti agricoli. Attenzione a questo settore perché la trasformazione di prodotti agricoli non è un’attività agricola ma è un’attività industriale. Quindi, facciamo molta attenzione a questa sottile differenza
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • commercio di beni e servizi
  • imprese che operano nella filiera turistico-culturale
  • imprese che operano nell’ambito dell’innovazione sociale

Cosa devi fare per sapere se la tua idea di business può rientrare nell’ambito del bando “Nuove Imprese a tasso zero”? Basta andare on-line, scrivere “CODICE ATECO classificazione di Nizza” e ti compare il sito ufficiale con  la classificazione di tutti quanti i codici collegati alle varie attività. Se l’attività che hai scelto di svolgere rientra, come codice ATECO, nell’ambito delle attività finanziabili che abbiamo appena visto, allora anche tu puoi rientrare nel bando e puoi beneficiare dei finanziamenti.

Nuove imprese a tasso zero: l’accordo tra MI.S.E., ABI e INVITALIA

C’è una novità che è stata introdotta, con questo bando, per agevolare e per velocizzare i tempi e per tagliare i tempi della burocrazia. Vediamo di cosa si tratta.

In base ad un accordo che c’è stato tra il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e la stessa INVITALIA, chi viene ammesso alle agevolazioni di questo bando può utilizzare dei conti correnti vincolati sui quali INVITALIA accrediterà i contributi concessi. In tal modo, sarà possibile pagare in modo più rapido e sicuro tutti i fornitori che devono fornirti gli investimenti. Così facendo sarà possibile ridurre l’esposizione finanziaria delle imprese.

Questa è una novità abbastanza interessante soprattutto in termini di velocizzazione dei processi di pagamento. Infatti, cosa fa INVITALIA? INVITALIA prende i soldi del finanziamento e li mette dentro questo conto corrente vincolato che serve per pagare i fornitori. Quindi, c’è un passaggio diretto dei soldi. E, soprattutto, così facendo, INVITALIA può tenere sotto controllo i pagamento che effettui. Quindi, le attività burocratiche vanno ad una velocità diversa.

Queste sono le informazioni tecniche del bando.

Nuove imprese a tasso zero: alcuni “numeri” del bando

Chiudo l’articolo facendoti vedere questa immagine che riguarda alcuni numeri importanti che sono stati già conseguiti grazie al bando. Infatti, grazie al bando “Nuove Imprese a tasso zero, INVITALIA ha:

  • ammesso a finanziamento 171 nuovi progetti. Questo significa che INVITALIA ha dato materialmente i soldi a 171 nuove imprese. Questo è molto importante perché grazie a questo bando sono nate 171 nuove imprese.
  • INVITALIA ha impegnato oltre 42 milioni di euro
  • ha sostenuto progetti di investimento per oltre 65 milioni di euro

Questi sono numeri abbastanza importanti poiché danno l’esatta dimensione di quanto INVITALIA stia dietro alla nascita e al sostengo delle imprese. Oltre a questi dati importanti, sono stati creati circa 1.000 posti di lavoro nuovi. Questo è un aspetto molto importante poiché significa che il bando “Nuove Imprese a tasso zero” sta funzionando, le imprese stanno nascendo e INVITALIA sta lì proprio per far nascere nuove attività imprenditoriali.

Nuove imprese a tasso zero: la redazione del business plan

Ovviamente, se hai un’idea di business e hai i requisiti per partecipare al bando, e se vuoi partecipare al bando, devi scrivere il business plan. Infatti, INVIATALIA ti chiederà di scriverlo. A questo punto, se hai bisogno di una mano per scrivere il business plan, ci chiami allo 06.688.91.958. Oppure, se preferisci, puoi scriverci una e-mail a staff@businessplanvincente.com. Noi siamo qui per darti una mano nella redazione del business plan da presentare ad INVITALIA per prendere i finanziamento del bando “Nuove Imprese a tasso zero”.

Ciao, ci vediamo a presto.

 

Nuove Imprese a Tasso zero
Nuove Imprese a Tasso zero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *