ABRUZZO:CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

Abruzzo: contributi a fondo perduto
Abruzzo: contributi a fondo perduto

Abruzzo: contributi a fondo perduto per le imprese che intendono fare nuovi investimenti per il rilancio dell’economia in una zona colpita dal terremoto.  Il Ministero dello Sviluppo Economico ha messo a disposizione 12 milioni di euro sotto forma di contributi  a fondo perduto per i progetti avviati da imprese  che hanno come obiettivo la possibilità di fare nuovi investimenti nella regione Abruzzo.

Il Bando apre il prossimo 9 Giugno 2016 e possono partecipare le imprese costituite o da costituire, che al momento della presentazione della domanda presentano una serie di requisiti fondamentali in mancanza dei quali NON si può fare accesso al bando. Vediamo quali sono i requisiti nel proseguimento dell’articolo:

  • forma giuridica di ditta individuale, o società di persone, o società di capitali, o società cooperative o società consortili, o consorzi di imprese;
  •  sede legale e operativa in uno di questi Comuni dell’Abruzzo: Acciano, Arsita, Barete, Barisciano, Brittoli, Bugnara, Bussi sul Tirino, Cagnano Amiterno, Campotosto, Capestrano, Capitignano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castel di Ieri, Castelli, Castelvecchio Calvisio, Castelvecchio Subequo, Civitella Casanova, Cocullo, Collarmele, Colledara, Cugnoli, Fagnano Alto, Fano Adriano, Fontecchio, Fossa, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli, L’Aquila, Lucoli, Montebello di Bertona, Montereale, Montorio al Vomano, Navelli, Ocre, Ofena, Ovindoli, Penna Sant’Andrea, Pietracamela, Pizzoli, Poggio Picenze, Popoli, Prata d’Ansidonia, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, San Demetrio ne’ Vestini, San Pio delle Camere, Sant’Eusanio Forconese, Santo Stefano di Sessanio, Scoppito, Tione degli Abruzzi, Tornimparte, Torre de’ Passeri, Tossicia, Villa Santa Lucia degli Abruzzi e Villa Sant’Angelo;
  • iscritte al Registro delle Imprese e in regola con il DURC.

Abruzzo: contributi a fondo perduto e progetti ammessi

I contributi a fondo perduto sono erogati per la realizzazione di progetti di investimento in tutti i settori economici ad eccezione dell’agricoltura e della pesca. Il business plan da presentare per l’ottenimento delle agevolazioni deve riguardare  uno dei seguenti obiettivi:

  • valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico e culturale;
  • creazione di micro-sistemi turistici integrati con accoglienza diffusa;
  • commercializzazione dell’offerta turistica attraverso progetti e servizi innovativi;
  • promozione delle produzioni riconducibili alle tradizioni locali.

Il Bando si articola in due misure:

  • MISURA I: prevede  la copertura con contributi a fondo perduto  sia per le spese per investimenti (max 70% fino ad un massimo di 200 mila euro) sia per i costi di gestione (max 50%);
  • MISURA II: prevede la copertura con contributi a fondo perduto per le spese di gestione quali materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti funzionali alla realizzazione del progetto;acquisto, affitto e noleggio di beni mobili, esclusi i mezzi di trasporto di ogni genere;utenze;canoni di locazione strumentali alla realizzazione del progetto;costo del lavoro;servizi professionali e consulenze specialistiche svolte da soggetti altamente qualificati, strettamente funzionali alla realizzazione dell’attività agevolata; e beni e servizi, tecnologici e manageriali, strumentali alla realizzazione del progetto.

Abruzzo: contributi a fondo perduto e spese finanziate

Quando ci riferiamo a questo bando che prevede contributi a fondo perduto in Abruzzo, occorre specificare che il bando ammette le seguenti tipologie di spesa:

  • Ristrutturazione di immobili; (misura I)
  • Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;(misura I)
  • Programmi informatici, brevetti, licenze e marchi;(misura I)
  • Spese di gestione.(misura I) e ( misura II)

MISURA I: Sono finanziati progetti di investimento da minimo 25.000 euro  fino ad un massimo di 500.000 euro.Le agevolazioni sono concesse  sotto forma di contributi a fondo perduto e coprono:il 70% delle spese in investimenti;il 50% delle spese di gestione.

MISURA II: sono finanziati progetti che prevedono costi di gestione fino ad un massimo di 35.000 euro per progetti presentati da una singola impresa e fino ad un massimo di 70.000 euro per progetti presentati da cooperative, consorzi e associazioni temporanee di imprese. Le agevolazioni sono concesse  sotto forma di contributi a fondo perduto e coprono l’80% delle spese ammesse, fino ad un massimo di 35.000 euro per progetti presentati da una singola impresa e di 70.000 euro per progetti presentati da cooperative, consorzi e associazioni temporanee di imprese.

Per partecipare al Bando occorre presentare il business plan relativo al progetto di investimento da realizzare. Le domande si presentano a partire dal prossimo 9 Giugno 2016 fino all’ esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Per qualsiasi informazione oppure per la redazione del business plan da allegare alla domanda di agevolazione , puoi contattarci allo 06-688.91.958 oppure puoi scriverci una e-mail a: staff@businessplanvincente.com

Abruzzo: contributi a fondo perduto
Abruzzo: contributi a fondo perduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 thoughts on “ABRUZZO:CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

  1. Salve, vorrei avere una semplice informazione, io dovrei ristrutturare una casa in un borgo medievale, precisamente a Rocca di Mezzo ,L’Aquila non ho avuto danni dal terremoto ma essendo la casa del 1930 avrebbe bisogno di un’aggiustatina, la legge prevede dei contributi a fondo perduto anche per questo tipo d’intervento ( ristrutturazione casa privata antica nel centro storico?) Grazie Caterina.

    1. Ciao Caterina,

      le ristrutturazioni sono comprese nei contributi del bando. Verifica se Rocca di Mezzo sta nell’elenco dei comuni oggetto del bando. Se è dentro, allora non ti resta che scrivere il business plan della tua idea e allegarlo alla domanda di finanziamento. Se hai bisogno di aiuto per scrivere il business plan, puoi contattarci allo 06-688.91.958 oppure puoi scriverci una mail a: staff@businessplanvincente.com

  2. ho 45 anni ho aperto un azienda artigiana a marzo nel 2016 non riessco a trovare nessun agevolazione che fa per me come mai agevolate solo i giovanni noi 45 anni siamo da buttare non capisco il perche emili romagna ( bologna) chiedo se e possibile essere aiutata grazie 3334149390 daniela

    1. Ciao Daniela,

      purtroppo noi non eroghiamo finanziamenti e quindi non saprei cosa risponderti a proposito di quello che mi hai detto.
      Se riesci a darmi qualche informazione in più, posso provare a darti un’aiuto.