Brevetti: contributi a fondo perduto

BREVETTI+Brevetti:  contributi a fondo perduto messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico (M.I.S.E.).

Sono stati stanziati 30,5 milioni di euro  per la valorizzazione economica dei brevetti presentati da micro, piccole e medie imprese.

Il Bando del M.I.S.E. ha come obiettivo quello di favorire lo sviluppo di una strategia brevettuale e l’accrescimento della  capacità competitiva delle imprese, attraverso la concessione e l’erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

Possono accedere al  Bando  le imprese con sede legale e operativa in Italia, iscritte al Registro delle Imprese e  che vantano uno dei seguenti requisiti:

  • titolari o licenziatari di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013;
  • oppure hanno depositato una domanda di brevetto successivamente al 1° gennaio 2013;
  • oppure sono in possesso di una opzione d’uso o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013;
  • oppure sono spin-off accademici costituiti da meno di 12 mesi e titolari di un brevetto concesso successivamente al 1° gennaio 2012.

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto e coprono l’80% dei costi fino ad un massimo di 140 mila euro.

Brevetti e contributi a fondo perduto: le spese ammissibili

Il Bando copre le  spese per:

  • studi di fattibilità del prototipo
  • progettazione produttiva, studio, progettazione ed ingegnerizzazione del prototipo;
  • realizzazione firmware per macchine controllo numerico;
  • progettazione e realizzazione software (solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto);
  • test di produzione;
  • produzione pre-serie (solo se funzionale ai test per il rilascio delle certificazioni);
  • rilascio certificazioni di prodotto o di processo;
  • servizi di IT Governance;
  • studi ed analisi per lo sviluppo di nuovi mercati geografici e settoriali;
  • servizi per la progettazione organizzativa;
  • servizi per l’organizzazione dei processi produttivi;
  • servizi per la definizione della strategia di comunicazione, promozione e canali distributivi;
  • proof of concept;
  • due diligence;
  • predisposizione accordi di segretezza;
  • predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto;
  • costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati);
  • acquisto del brevetto (solo per gli Spin Off)

Sono coperte dal contributo a fondo perduto solo le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda. Le domande per l’accesso al Bando, con allegato il business plan,  possono essere presentate a partire dal prossimo  6 ottobre 2015. 

Per qualsiasi informazione relativa alla possibilità di accedere al bando e alla stesura del business plan, puoi contattarci allo 06-688.91.958 oppure puoi scriverci una e-mail a: staff@businessplanvincente.com

footer articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *