Finanziamenti PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature

Finanziamenti PMI
Finanziamenti PMI

Finanziamenti PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature: il Ministero dello Sviluppo Economico (M.I.S.E) ha stanziato nuovi finanziamenti pari 191.500.000 euro in favore delle PMI per agevolare l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte di piccole e medie imprese.

Il decreto 27 gennaio 2014 è uno dei decreti attuativi del “Decreto del Fare” (DL 69/2013) ed introduce uno strumento, rivolto alle PMI, per accrescere la competitività e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI).

Possono beneficiare dei finanziamenti PMI le imprese operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca.

FINANZIAMENTI PMI: i soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari di tale agevolazione devono trovarsi, alla data della richiesta di finanziamento, nelle seguenti condizioni:

  • avere sede operativa in Italia
  • essere regolarmente costituiti ed iscritti nel Registro Imprese
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali
  • non rientrare tra coloro che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
  • non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà di cui alla definizione degli Orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà

Non sono ammesse alle agevolazioni dei finanziamenti PMI  le imprese operanti nel settore:

  • dell’industria carboniera
  • delle attività finanziarie e assicurative
  • della fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattiero-caseari.

Gli Investimenti ammissibili riguardano l’acquisto, o l’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché’ di hardware, software e tecnologie digitali.

FINANZIAMENTI PMI: gli investimenti ammessi

Il nuovo bando diretto ai finanziamenti PMI prevede che gli investimenti ammissibili al bando sono destinati a:

  •  creazione di una nuova unita’ produttiva, nello specifico istallazione di un nuovo stabilimento;
  •  ampliamento di una unita’ produttiva esistente, nello specifico ampliamento di uno stabilimento esistente;
  •  diversificazione della produzione di uno stabilimento attraverso l’introduzione di prodotti nuovi aggiuntivi;
  •  cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di una unita’ produttiva esistente;
  • acquisizione degli attivi direttamente connessi ad una unita’ produttiva, nel caso in cui l’unita’ produttiva sia stata chiusa o sarebbe stata chiusa qualora non fosse stata acquisita e gli attivi vengano acquistati da un investitore indipendente.

Nel settore dei trasporti le spese relative all’acquisto dei mezzi e delle attrezzature di trasporto sono ammissibili limitatamente alle imprese che esercitano attività diverse da quelle del trasporto merci su strada e del trasporto aereo.

Sono ammessi ai nuovi finanziamenti PMI tutte le Piccole e Medie Imprese titolari di un finanziamento avente le seguenti caratteristiche:

  • essere deliberato a copertura degli investimenti
  • deve essere deliberato da una banca o da un intermediario finanziario (Leasing)
  • deve avere durata massima di 5 anni (compreso eventuale periodo di preammortamento o di prelocazione)
  • deve avere un importo minimo di € 20.000,00 e massimo € 2.000.000,00 per ciascuna impresa beneficiaria, anche se frazionato in più iniziative di acquisto
  • deve prevedere l’erogazione in unica soluzione
  • può coprire sino al 100% delle spese sostenute

Lo stanziamento complessivo di bilancio per questi nuovi finanziamenti PMI è pari a  191.500.000 euro milioni di euro per gli anni 2014-2021.

A fronte del finanziamento e’ concessa un’agevolazione nella forma di un contributo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 2,75 %, della durata di cinque anni e d’importo equivalente al predetto finanziamento.

La concessione dei finanziamenti PMI può essere assistita dalla garanzia del Fondo di garanzia, nei limiti e sulla base delle condizioni di operatività del Fondo, nella misura massima dell’80% dell’ammontare del finanziamento.

Le imprese richiedenti potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti entro il 31 dicembre 2016.

Per qualsiasi informazione relativa alla possibilità di accedere ai finanziamenti PMI e alla stesura del business plan necessario per ottenere i finanziamenti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature, puoi contattarci allo 06-688.91.958 oppure puoi scriverci una e-mail a: staff@businessplanvincente.com

footer articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 thoughts on “Finanziamenti PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature

  1. sono titolare di una ditta individuale ,e vorrei comprare delle macchinette x caffe’ in cialde e vorrei sapere se rientro nel contribbuto. la mia ditta individuale e in basilicata in provincia di potenza.grazie .

    1. Ciao Michele,

      in linea di massima, le macchinette del caffè non vengono finanziate dai bandi pubblici perché non sono le c.d. “spese strumentali” necessarie per lo svolgimento dell’attività aziendale ma sono solo spese necessarie per rendere più “vivibile” l’atmosfera aziendale. Inoltre, considera che i bandi pubblici ci mettono circa 6-8 mesi per concederti il finanziamento senza considerare il costo che devi affrontare per la redazione del business plan: a meno che non fai un giro qui, http://www.businessplanvincente.com/prodotti/come-fare-il-business-plan, la redazione di un piano di business può arrivare a costare anche qualche migliaio di euro e, di conseguenza, non potrebbe convenirti.