Business plan: tutto ciò che devi sapere per scriverne uno davvero efficace

business plan: cosa è e a chi serve?Quando si avvia un’azienda è di fondamentale importanza redigere il business plan per non incorrere in brutte sorprese! Il business plan è un documento di pianificazione che determina gli obiettivi che l’imprenditore vuole raggiungere con la sua nuova impresa. Inoltre, indica la strategia che intende adoperare per raggiungerli e serve per evidenziare problemi e i pericoli che potrebbero presentarsi durante questo percorso. Ma di solito, il business plan lo scrivi quando devi chiedere soldi a qualcuno (banca, enti statali o europei tramite bandi, finanziatori privati…). Se anche tu devi scrivere un business plan fatto davvero bene e che ti permetta di ottenere i soldi che stai andando a chiedere, aumentando di tantissimo le tue possibilità di successo, clicca qui per scoprire il nostro corso su come scrivere un business plan che sia davvero professionale, anche se sei una persona normale e non hai le competenze di un commercialista o di un contabile. Grazie a questo corso, migliaia di imprenditori hanno scritto dei business plan davvero efficaci e ad ottenere i finanziamenti che gli servivano. Ma riprendiamo il discorso di cos’è un business plan esattamente. Esso viene creato per essere fornito agli intermediari finanziari (banche, finanziarie e assicurazioni), per aiutarli a valutare il rischio intrinseco delle attività della nascente impresa che, non avendo uno storico, è di difficile calcolo. In questo modo si agevola la pratica per la concessione di un finanziamento e il calcolo del premio, nel caso l’imprenditore volesse garantire alla sua azienda un’adeguata copertura assicurativa. Tuttavia, l’importanza del business plan trascende l’utilizzo che ho appena menzionato in quanto si è visto, negli anni successivi la sua “invenzione”, che esso è fondamentale anche nella creazione dell’azienda e, successivamente, nel controllo di gestione dopo che l’impresa è stata avviata. L’aiuto che dà questo documento dipende dal modo in cui esso viene redatto, che prevede un elenco di domande a cui si deve rispondere in modo sintetico, ma non troppo. Man mano che l’imprenditore si pone le domande, si accorgerà in automatico dei punti deboli della sua idea. Elenco adesso le domande che ti devi porre nel caso tu voglia svilupparne uno. Tuttavia tieni presente che, nel caso desideri sfruttare il business plan per le start-up, ci sono alcuni accorgimenti di cui dovrai tenere conto e che non sono presenti in quello standard, questo a motivo di alcune leggi speciali di agevolazione per alcuni tipi di imprese nascenti. Continue reading “Business plan: tutto ciò che devi sapere per scriverne uno davvero efficace”