FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE

Finanziamenti alle imprese
Finanziamenti alle imprese

Finanziamenti alle imprese: ecco i suggerimenti che ti servono per chiedere i finanziamenti necessari per i tuoi investimenti. Oltre a questi, scopri come chiedere i finanziamenti necessari per fare fare fronte alle esigenze di liquidità aziendale.

Partiamo da una considerazione molto semplice e altrettanto importante. Quando vai da qualcuno a chiedergli un finanziamento, questo “qualcuno” ti farà, sempre, queste due domande:

1) Cosa ci devi fare con i soldi?

2) Sei in grado di restituirmi i finanziamenti che ti ho concesso?

Non importa se vai a chiedere i soldi ad una banca, allo Stato o ad un finanziatore privato (Business Investor). In qualunque caso, quando chiedi un finanziamento a qualcuno questo qualcuno ti farà, sempre, queste due domande. Non si scappa. E a queste due domande tu dovrai dare sempre due risposte convincenti. Altrimenti, puoi tranquillamente dire “addio” al tuo finanziamento. Vediamo il perché.

Finanziamenti alle imprese: ecco quello che devi sapere

Come ti abbiamo appena scritto, queste sono due domande cruciali. Dalle risposte che sarai in grado di dare dipende la possibilità che tu possa accedere ai finanziamenti alle imprese oppure no. Infatti, anche nel caso in cui tu avessi fatto adeguata domanda e lo Stato ti dovesse accordare dei finanziamenti a fondo perduto e contributi a mutuo agevolato, dovrai rispondere alle due domande qui sopra. In mancanza di adeguate risposte (che, ovviamente, devono essere convincenti…), sarà difficile ottenere i finanziamenti di cui hai bisogno per lo sviluppo del tuo business.

Diciamo che, in linea di massima, se vuoi accedere ai finanziamenti alle imprese (sia pubblici che privati) la prima cosa che dovresti fare è scrivere il business plan. Ma non solo. Infatti, all’interno del business plan devi fare attenzione al piano economico finanziario. E’ proprio con il piano economico-finanziario che puoi dimostrare che la tua idea di business “funziona”.

In gergo meno tecnico, “funziona” significa che la tua idea è in grado di rispondere alle due domande che abbiamo visto sopra. Ciò si traduce, immediatamente, nella dimostrazione del fatto che puoi dimostrare a chi  ti presta i soldi che sei in  grado di restituire il finanziamento alle scadenze prestabilite. Questo si verifica perché l’investimento che ti appresti ad effettuare è in grado di “generare” una redditività che ti consente di pagare la rata del prestito.

Finanziamenti alle imprese: il ruolo del business plan

Scrivere il business plan è molto semplice poiché si tratta di descrivere in modo semplice ma chiaro cosa vuoi realizzare e con quali mezzi. Non sottovalutare il business plan perché è proprio attraverso questo documento che si decide il futuro della tua azienda. Grazie ad un piano d’impresa “ben fatto” sei  in grado di far conoscere non solo la tua attività  imprenditoriale o professionale, ma trasmetti anche la tua serietà’, la tua ambizione e la passione per quello che fai.

Attraverso il piano di business devi riuscire a persuadere chiunque e con efficacia della bontà della tua idea di business e del tuo valore come persona. Preparare un business plan “ben fatto” ti apre nuove e importanti opportunità. Stiamo parlando di finanziatori privati, di contributi pubblici, delle banche oppure di nuovi soci. Chiunque ha un tipo di interesse per la tua attività vuole leggere il tuo business plan, ossia quello che vuoi fare della tua impresa da qui ai prossimi tre anni.

Però, devi sapere una cosa molto importante. Per accedere ai finanziamenti, oltre al business plan, devi presentare una sfilza di documenti. Ci riferiamo a:

  • atto costitutivo e statuto della società;
  • visura della C.C.I.A.A. (se vuoi sapere cos’è una C.C.I.A.A., clicca qui);
  • documento di identità e codice fiscale dei soci; 
  • documento di identità e codice fiscale degli amministratori;  
  • modello Unico della società degli ultimi 2 anni;
  • bilanci depositati degli ultimi 2 anni;
  • modello Unico dei soci degli ultimi 2 anni;
  • elenco degli istituti di credito con l’indicazione dei rapporti bancari.

Finanziamenti alle imprese: gli strumenti finanziari 

Una volta che hai tutti questi documenti pronti non devi fare altro che contattare i giusti interlocutori (banche, enti di garanzia, enti pubblici e investitori privati ) e presentare il tuo progetto. Dopo di che, passi ad illustrare loro la tua attività di business e quello che vuoi fare nel futuro.

Nel panorama dei finanziamenti alle imprese esistono vari strumenti finanziari. Non solo banche, quindi E non solo finanziatori privati! Ci riferiamo a strumenti quali il Fondo Centrale di Garanzia, i  Fondi di Garanzia, i contributi a fondo perduto, i finanziamenti agevolati, etc. Si tratta di strumenti finanziari rivolti, tutti, allo sviluppo delle attività imprenditoriali. Alcuni entrano direttamente nel patrimonio netto dell’azienda. Altri, invece, ti finanziano sotto forma di capitale di debito. 

In base alle tue esigenze puoi scegliere lo strumento finanziario che ti è più congeniale e anche più comodo. Nella  nostra esperienza ventennale di consulenti abbiamo visto trasformare idee di business in vere e proprie attività di business  e ciò è stato possibile proprio grazie al ricorso ai giusti strumenti finanziari che hanno permesso alle idee di trasformarsi in business.

Se vuoi essere assistito da uno dei nostri consulenti per individuare il giusto strumento per finanziare la tua azienda contatta il numero 06.688.91.958 e fissa un appuntamento.

Finanziamenti alle imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *