CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER IL SUD ITALIA

Contributi a fondo perduto per il SudContributi a fondo perduto per il Sud d’Italia: il Ministero dello Sviluppo Economico finanzia progetti di innovazione SMART & START  realizzati da imprese che hanno la sede legale e operativa  in Puglia, in Campania,in Basilicata, in Calabria, in Sicilia, in Sardegna e nei comuni dell’Aquilano.

I contributi a fondo perduto per i progetti di innovazione SMART coprono i costi di gestione (tra il 15% e il 35%)  sostenuti dall’impresa  per la durata di  4 anni successivi alla data di presentazione della domanda. In particolare sono coperti dal contributo a fondo perduto i seguenti costi:

  • interessi sui finanziamenti bancari
  • spese di affitto di impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici, funzionali  all’attività aziendale
  • canoni di leasing relativi agli impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici funzionali all’attività aziendale
  • ammortamento degli impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici funzionali all’attività aziendale
  • costi relativi al personale dipendente

L’importo massimo del contributo a fondo perduto per le spese di gestione è pari 200.000 euro nell’arco dei 4 anni: ciò vuol dire che, per ogni anno, l’azienda può ottenere un contributo massimo pari a a 50.000 euro/anno.

Sono ammessi all’agevolazione i progetti SMART  che presentano una di queste caratteristiche:

  • soluzioni tecniche nuove rispetto al mercato di riferimento 
  • soluzioni organizzative nuove rispetto al mercato di riferimento 
  • soluzioni produttive nuove rispetto al mercato di riferimento 
  • ampliamento del target a cui è rivolto il prodotto-servizio, rispetto al bacino attualmente raggiunto dagli altri operatori attivi nello stesso mercato o settore
  • sviluppo e vendita di prodotti/servizi innovativi o migliorativi rispetto ai bisogni dei clienti,
  • sviluppo e vendita di prodotti/servizi innovativi o migliorativi destinati a intercettare nuove esigenze
  • modelli di business orientati all’innovazione sociale

Possono accedere al contributo a fondo perduto le imprese che al momento della presentazione della domanda:

  • devono essere ancora costituite sotto forma di Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa e  società cooperative
  • sono costituite da non più di 6 mesi sotto forma di Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa e  società cooperative
  • sono di piccola dimensione (meno di 50 occupati e fatturato inferiore a 10 milioni di euro)
  • hanno la sede legale e operativa  in Puglia, in Campania,in Basilicata, in Calabria, in Sicilia, in Sardegna e nei comuni dell’Aquilano

I contributi a fondo perduto per i progetti di innovazione START  coprono il 65%-75% dei costi  per gli investimenti  necessari ad avviare l’attività e i costi per i servizi di tutoring tecnico-gestionale (massimo 5.000 euro). L’importo massimo del contributo a fondo perduto per le spese per gli investimenti  è pari 200.000 euro.

Sono ammessi all’agevolazione i progetti START  che presentano una di queste caratteristiche:

  • operano nell’economia digitale
  • realizzano programmi di investimento per sviluppare o produrre servizi e prodotti digitali
  • adottano le tecnologie digitali nei processi o modelli di business per migliorare l’efficienza gestionale, organizzativa o produttiva
  • realizzano programmi di investimento a contenuto tecnologico per valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica e privata

Possono accedere al contributo a fondo perduto  le imprese che al momento della presentazione della domanda:

  • devono essere ancora costituite sotto forma di Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa e  società cooperative
  • sono costituite da non più di 6 mesi sotto forma di Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa e  società cooperative
  • sono di piccola dimensione (meno di 50 occupati e fatturato inferiore a 10 milioni di euro)
  • hanno la sede legale e operativa  in Puglia, in Campania,in Basilicata, in Calabria, in Sicilia, in Sardegna e nei comuni dell’Aquilano

Le imprese possono fare richiesta contemporaneamente sia dei contributi  per la copertura dei costi di gestione (progetti SMART)  sia per la copertura dei costi per gli investimenti (progetti START).

Il bando è a sportello:ciò vuol dire che le domande possono essere presentate da oggi fino all’esaurimento delle risorse finanziarie messe a disposizione del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per accedere ai contributi a fondo perduto occorre predisporre il business plan dell’idea  innovativa. Per scrivere il business plan segui il modello che è nel nostro BLOG http://www.businessplanvincente.com/business-plan oppure chiama allo 06.688.91.958 e fissa un appuntamento con uno dei nostri consulenti per l’assistenza nella redazione del piano di impresa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 thoughts on “CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER IL SUD ITALIA