CONTRIBUTI AL TURISMO DELLA TUSCIA ROMANA

Turismo della Tuscia
Turismo della Tuscia

Turismo della Tuscia: sono arrivati i nuovi contributi a fondo perduto per chi opera nel settore del turismo della Tuscia Romana e in particolare  nei comuni di Allumiere, Anguillara Sabazia, Barbarano Romano, Bassano Romano, Blera, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Oriolo Romano, Tolfa, Trevignano Romano, Vejano, Villa San Giovanni in Tuscia.

Il contributo è a fondo perduto e può arrivare a coprire dal 20 al  50% dell’investimento complessivo. Possono fare richiesta di queste agevolazioni:
  • gli organismi gestori dei progetti relativi alle “Strade dell’olio e del vino” (L.R. 21/2001)
  • partenariati pubblici e privati  costituiti e dotati di personalità giuridica di diritto privato
  • associazione di imprese agrituristiche
  • piccoli alberghi e pensioni (massimo 3 stelle)

Vediamo come è possibile accedere ai finanziamenti:

 

Turismo della Tuscia Romana; come fare per accedere ai finanziamenti.

Nell’ambito dei finanziamenti previsti per lo sviluppo del turismo della Tuscia, sono ammessi  investimenti per:
  • la realizzazione, la ristrutturazione, l’adeguamento ed l’ informatizzazione di punti di informazione turistica
  • la realizzazione di segnaletica turistica
Per questo tipo di investimenti la copertura del contributo fondo perduto è del 50% e può arrivare fino a 150.000 euro.
Sono inoltre ammessi investimenti per:
  • la realizzazione, o il  ripristino e/o l’ adeguamento di itinerari tematici:cultura,storia, natura, enogastronomia
  • la realizzazione, o il  ripristino e/o l’ adeguamento di percorsi attrezzati : escursionismo, ippoturismo, birdwatching, trekking, mountain bike, orienteering, sci di fondo, canoa, roccia, piste ciclabili
  • la realizzazione e/o la ristrutturazione e/o l’ adeguamento di strutture per l’accesso ad aree naturali
  • la realizzazione  e/o la ristrutturazione e/o l’ adeguamento di ostelli, di rifugi, di bivacchi
  • la realizzazione  e/o la ristrutturazione e/o l’ adeguamento di   aree di sosta per campeggio
  • la realizzazione  e/o la ristrutturazione e/o l’ adeguamento di aree attrezzate per camper
  • la realizzazione  e/o la ristrutturazione e/o l’ adeguamento di aree pic-nic, punti sosta, punti esposizione
  • la realizzazione e/o la  ristrutturazione e/o l’adeguamento e/o l’ informatizzazione di centri visita e degli  ecomusei
  • la qualificazione di strutture ricettive di piccole dimensioni: alberghi e pensioni (massimo fino a 3 stelle)

 Per questo tipo di investimenti la copertura del contributo fondo perduto è del 50% e può arrivare fino a 300.000 euro.

Il tempo massimo concesso per la realizzazione degli investimenti finanziati, è di 6 mesi per gli investimenti che prevedono l’acquisto di macchine, di attrezzature, etc.; e di 18 mesi per gli investimenti per  la realizzazione di interventi strutturali  come le opere edili.

Per accedere ai contributi a fondo perduto occorre predisporre un business plan in cui descrivere in modo dettagliato il piano degli investimenti e il piano economico -finanziario.

La domanda può essere presentata da oggi fino al 6 Giugno 2012 

La compilazione della domanda deve avvenire attraverso la procedura informatica messa a disposizione dall’Organismo Pagatore AGEA nell’ambito del Sistema Informativo Agricolo Nazionale. La stessa domanda una volta compilata deve essere stampata e sottoscritta; unitamente al business plan deve essere trasmessa al GAL al quale dovrà pervenire entro e non oltre 2 giorni dal rilascio informatico. La domanda cartacea va spedita  al Gal Tuscia Romana- Via di Valle Foresta 6- 00062 Bracciano (RM).

Per assistenza nella compilazione della domanda e nella redazione del business plan puoi scrivere a staff@businessplanvincente.com oppure telefonare allo 06.688.91.958 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18

Turismo della Tuscia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *