CONTRIBUTI PUBBLICI ALLE COOPERATIVE SOCIALI

Contributi  pubblici alle cooperative socialiPer le cooperative sociali  sono a disposizione contributi pubblici a fondo perduto e mutui a tasso agevolato. Possono accedere a queste agevolazioni le  cooperative sociali di tipo b) il cui 30% dei soci lavoratori è rappresentato da persone svantaggiate (come da L. n.381/91 art.4). Per poter far richiesta dei contributi le cooperative devono essere iscritte nell’apposito registro delle Camere di Commercio.

Possono fare domanda:

a) le coopertative di nuova costituzione: la maggioranza dei soci deve essere rappresentata da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e residenti nelle aree definite ” agevolabili”  ed individuate nella Carta degli aiuti di Stato

b) le cooperative già costituite e operative: i soci, ad esclusione della parte svantaggiata, devono essere residenti nelle aree definite ” agevolabili”  ed individuate nella Carta degli aiuti di Stato

Possono essere presentati progetti di impresa con piani di investimento fino ad un massimo di 516.000 euro per le cooperative sociali di nuova costituzione e fino ad un massimo di 258.000 euro per le cooperative sociali già avviate.

Le agevolazioni sono sotto forma di contributi a fondo perduto e sotto forma di mutuo agevolato. La copertura finanziaria può arrivare a coprire:

a) fino all’80-90 % dell’ammontare degli investimenti per le cooperative sociali   del Sud Italia

b) fino al 60-70 % dell’ammontare degli investimenti per le cooperative sociali del Nord- Centro  Italia

Questo significa che se una cooperativa sociale di nuova costituzione che opera in Basilicata deve fare investimenti per 250.000 euro, le agevolazioni possono arrivare a coprire fino all’90% cioè fino a 225.000 euro.

Per accedere a queste agevolazioni occorre presentare un business plan in cui occorre descrivere in modo dettagliato:

a) la compagine sociale

b) le risorse umane e  l’organizzazione

c) il prodotto/servizio offerto

d) il mercato di riferimento

e) il piano degli investimenti

f) la copertura finanziaria degli investimenti

g) la previsione dei flussi di cassa

Per redigere il business plan da presentare per accedere alle agevolazioni,  puoi seguire il modello di business plan che è qui:

http://www.businessplanvincente.com/business-plan

http://www.businessplanvincente.com/prodotti/come-fare-il-business-plan

oppure se vuoi assistenza nella stesura del business plan scrivi a staff@businessplanvincente.com  oppure telefona allo 06.688.91.958 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18 e fissa un appuntamento con uno dei nostri consulenti.

 

89 commenti a “CONTRIBUTI PUBBLICI ALLE COOPERATIVE SOCIALI

  1. Siete fantastici,di un aiuto mai sogniato perche le vostre informazioni sono molto preziose.Vorei pregarvi di aiutarmi consiliandomi dove ,a chi mi devo rivolgere per un finanziamento a fondo perduto per aprirmi io una attivita.Vorei sapere chi me lo da siguro vi ringrazio.Sono rumena

    1. Grazie Maricica,

      questo è davvero un bel complimento!
      Ma se hai bisogno di altre informazioni, sarebbe meglio che ci dessi qualche dato in più…

  2. Ciao
    Ashkan Sono dall’Iran e Isfahan
    Con un capitale di 100.000 euro per la migrazione e la residenza nel paese che hai le imprese
    Come potete aiutare i ricordi di me
    La gestione del business è il mio mestiere e so che la cucina iraniana
    Come potete aiutare ricordi di me?
    grazie
    (Non so bene la lingua)

    1. Ciao Ashkan,

      scusa ma non mi è molto chiaro di cosa hai bisogno.
      Se, nonostante le difficoltà con la lingua, puoi specificare meglio quali sono le tue esigenze, riusciamo a risponderti in modo migliore.

      1. SALVE SIAMO UN GRUPPO DI INFERMIERI E VOGLIAMO APRIRE UNA COOPERATIVA PER UN ASSISTENZA SANITARIA COMPLETA IN SICILIA IN PROVINCIA DI SIRACUSA…CI PUOI AIUTARE?

        1. Ciao Corrado,

          scusa se rispondo solo ora ma abbiamo avuto problemi con il server.

          Per aprire una cooperativa di assistenza sanitaria ti conviene fare una telefonata a Regione Sicilia (assessorato alle politiche sociali oppure assessorato alle politiche produttive) e chiedere informazioni a loro poichè io non ho notizie “fresche” in proposito.

          So che le Regioni (così come le province e i comuni) sono solite finanziare attività come quella che volete far partire voi, poichè si tratta di attività che hanno una ricaduta di carattere sociale (attività che dovrebbe svolgere lo Stato ma che non svolge e quindi “paga” ai privati che le fanno..).

  3. Vi ringrazio, posso avere gentilmente qualche informazione in più e dirmi in quale modo potreste aiutare la nostra coop. onlus che si occupa di anziani, minori, disabili ecc?
    f. rota

    1. Ciao Francesco,
      per poterti dare qualche informazione in più occorrerebbe sapere ad esempio l’area in cui risiedono i soci della cooperativa al fine di verificare se sono residenti nelle aree definite “agevolabili” ed individuate nella Carta degli aiuti di Stato.
      Dovremmo capire se si tratta di progetti di investimento per cooperative già operative o da costituire; in quest’ultimo caso i soci devono avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.
      Per dare questo tipo di informazioni puoi anche scrivere a staff@businessplanvincente.com oppure telefonare allo 06.688.91.958 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18. Grazie. Ciao

    2. Ciao.. ma di quali enti state parlando? Non vedo il soggetto in questo articolo..Qualunque ente potrebbe mettere a disposizione contributi per le cooperative sociali, mi sembra un’informazione troppo vaga e generalizzata!
      Siccome le Cooperative Sociali di questi tempi necessitano di fondi per l’autosostentamento già non è facile districarsi nella burocrazia e nella ricerca di possibili vie di finanziamento, se poi ci si confonde le idee è ancora peggio! Buona serata a tutti.

      1. Ciao Amanda,

        hai ragione: non abbiamo citato l’ente e ci scusiamo. Senza fare eccessive polemiche sul nostro sito (che, ti ricordiamo: è COMPLETAMENTE GRATUITO e quindi forse meritevole di commenti meno sprezzanti…) potevi chiamare allo 06-688.91.958 o mandarci una mail a: staff@businessplanvincente.com e chiedere le dovute informazioni. Ti avremmo risposto e ti avremmo indirizzata, come facciamo ogni giorno con le decine di persone che chiamano.

        Se hai bisogno di scrivere il business plan, puoi chiamare il numero che ti ho scritto sopra oppure puoi scriverci una mail (all’indirizzo che ti ho scritto sopra).

        1. Non volevo fare eccessive polemiche, ma avete parlato di un bando scaduto nel 2006 e mai più riaperto, in più senza citare di chi fosse, ma solo come strumento pubblicitario per i vostri business plan. Io che passo giornate intere a cercare di raccapezzarmi nel web per trovare bandi e finanziamenti per la coop dove lavoro, sinceramente mi sono indispettita. Tutto qua. Cercate di capire! Buon lavoro e buona continuazione.

          1. Ciao Amanda,

            mi spiace che ti sei indispettita e mi spiace anche quello che hai scritto a proposito della data del bando (2006) e dello “strumento pubblicitario per i vostri business plan”. Ma ti invito a riflettere su una cosa: se facessimo “pubblicità” ai nostri business plan, per quale motivo dovremmo parlare di un bando scaduto nel 2006? Nel senso: perchè dovrei pubblicare un articolo su un bando scaduto sei anni prima, se poi su quel bando non ci posso lavorare (visto che è scaduto)? Per cosa avrei “fatto pubblicità”: per perdere tempo? Uhm…no, direi di no.

            Se, poi, non cito di “chi fosse” il bando, questo è un altro discorso: la nostra attività di consulenza ha un costo, visto che lo facciamo di mestiere e non certo per beneficienza. Non siamo una cooperativa sociale, e nemmeno una ONLUS. E già il fatto che su internet c’è un unico sito (il nostro…) che fornisce una quantità di informazioni GRATUITE a chiunque ne vuole fare utilizzo, ci sembra abbastanza. Se qualcuno volesse fare il business plan in modo completamente autonomo e TOTALMENTE GRATIS, lo potrebbe fare semplicemente seguendo il modello che abbiamo inserito nella barra del menù. Senza darci un euro e senza nemmeno ringraziare…

            Allo stesso modo, credo che l’attività di informazione (GRATUITA…) che facciamo a proposito dell’esistenza dei bandi possa e debba essere apprezzata, piuttosto che contestata. Non trovi? Hai una vaga idea di quante sono le persone che vengono a conoscenza di un certo bando tramite il NOSTRO SITO (sempre gratuitamente…) e poi vanno dal loro commercialista (o da chi per lui) e il business plan se lo fanno fare da lui (o da chi per lui) e i soldi della consulenza li danno a lui e non a noi?

            Se fai un giro nel sito (anche solo in questo articolo), è pieno di commenti entusiasti di navigatori che ci ringraziano in mille modi per quello che facciamo e ci mostrano il loro apprezzamento come possono (senza contare le e-mail che riceviamo ogni giorno..).

            E, sinceramente, trovare un commento come il tuo nel mio sito alle 9 di mattina, un pò indispettisce me. Soprattutto dopo quello che ti avevo scritto già in passato in merito a commenti meno sprezzanti. Ha ragione qualcuno quando mi ha rimproverato dicendo che dovrei fare pagare l’accesso al sito, piuttosto che lasciarlo gratuito…

            Ovviamente, se tutto quello che facciamo qui dentro non è di tuo gradimento, puoi sempre evitare di entrare nel nostro sito e, ogni volta che on-line leggi “www.businessplanvincente.com” puoi girare a largo così da evitare commenti come quelli che hai lasciato e rispettando chi lavora (sempre gratuitamente) anche per te.

            Scusami per quello che ti ho scritto; potevo non pubblicare il tuo commento facendo finta di niente e invece ho preferito pubblicarlo con tanto di risposta.

            Buona giornata

  4. Il bando Cooperative Sociali era stato aperto il 2006. Vi riferite a un nuovo bando di Invitalia, che deve uscire?
    A presto

    1. Ciao Giuseppe,

      ci riferiamo al bando che è già aperto e per il quale, come ci siamo detti per telefono, abbiamo chiesto conferma alla Direzione di un’associazione di cooperative di rilevanza nazionale.

  5. salve ho una cooperativa sociale in sicilia (santa ninfa prov. trapani) iscritta regolarmente a tutti gli appositi registri, con esperienza sul domiciliare. vorrei realizzare una comunita alloggio per donne vittime di violenza, madri e bambini,o minori . per avere un finanziamento a fondo perduto saprebbe darmi un indicazione o comunque a chi rivolgemi

      1. ciao siamo 3 ex detenuti, che vogliono aprire una cooperativa sociale categoria b in agricoltura vorremo avere informazione su come realizarla e che tipo di finanziamenti possiamo richiedere.
        grazie

        1. Ciao Paolo,

          al momento non abbiamo informazioni “fresche” relative ai bandi che finanziano lo start-up di cooperative (l’articolo è stato scritto qualche tempo fa..).
          Prova a fare una telefonata alla regione in cui risiedi e chiedi informazioni a loro poichè dovrebbero dartele. Se in regione non ottieni risposte interessanti, prova con la Provincia e/o il Comune di residenza, di solito chiamando l’assessorato alle politiche produttive.

          I giri di telefonate sono un pochino noiosi, ma se ci metti impegno, costanza e determinazione le informazioni che ti servono le trovi sicuramente.

  6. vorrei aprire una coop sociale in Lombardia, dove posso trovare informazioni? Ci sono contributi anche per le regioni del nord?
    Grazie.

    1. Ciao Eli,

      non sapendo di che tipo di cooperativa si tratta, non sappiamo nemmeno cosa dirti in merito ai contributi per Regione Lombardia. Ad ogni modo, puoi chiedere informazioni alla CCIAA della tua provincia di residenza, oppure puoi andare direttamente in Regione Lombardia (Assessorato alle Politiche Produttive, di solito) e chiedere a loro.

      L’iter potrebbe risultare un pò lungo e, forse, anche snervante: ma se ti armi di buona pazienza il conseguimento dell’obiettivo è abbastanza sicuro…

  7. Salve,
    mi chiamo Anna, ho 22 anni e sono una dei soci fondatori di una Cooperativa Sociale di tipo A e B in Calabria, che svolge le proprie attività in una zona svantaggiata della locride, nella provincia di Reggio Calabria, ed ad alto tasso di disoccupazione. Essendo venuti a conoscenza di questa possibilità, avremmo intenzione di inoltrare la documentazione per ottenere il finanziamento nazionale. La zona in cui operiamo è completamente priva di servizi e vorremmo creare un centro polifunzionale.
    In attesa del vostro cortese aiuto, porgo distinti saluti.

  8. Buongiorno vorrei sapere se posso partecipare a questo bando per aprire un asilo nido o una scuola dell’infanzia.
    Vorrei, inoltre sapere se è possibile acuistare immobili per la suddetta attività.
    Grazie…

  9. Buongiorno vorrei sapere se posso partecipare a questo bando per aprire un asilo nido o una scuola dell’infanzia.
    Vorrei, inoltre sapere se è possibile acquistare immobili per la suddetta attività.
    Grazie…

    P.S. La mia cooperativa dovrebbe essere una cooperativa sociale di tipo A.

    1. Ciao Natascia,
      il bando a cui fa riferimento eroga contributi alle sole cooperative di tipo B. Puoi attingere a contributi per questo tipo di attività ai fondi per la microimpresa.

    1. Ciao Anna,
      il bando finanzia tutte le attività purchè a farne richiesta siano cooperative sociali di tipo B.

  10. salve,
    vorrei sapere per costituire una cooperativa sociale formata da giovani il numero minimo qual’è?
    ho un progetto con finalità di prestare servizio pubblico come una casa o residenza di cura per anziani ma per questo progetto occorre un bel fondo economico.

    1. Ciao Giovanni,

      per sapere quali sono i requisiti per avviare una coooperativa sociale devi chiedere ad un notaio:noi siamo dei consulenti aziendali.
      A questo tipo di contributo possono accedere solo le cooperative sociali di tipo B, cioè quelle cooperative che hanno il 30% dei soci rappresentato da persone svantaggiate.

  11. Salve, vorrei ricevere informazioni dettagliate in merito ai finanziamenti nazionali dato che ho da poco fondato una cooperativa di tipo B (con 30% soci persone svantaggiate). La cooperativa ha sede a Roma e si attende l’apertura di Unità Locali (in Piemonte e in Campania). Come posso usufruire dei contributi? Mi interessano quelli di spese inizio attività. Devo richiedere contributi per ogni Unità locale? Oppure è un’unica domanda, quindi dalla sede centrale a Roma?
    Grazie
    Saluti

    1. Ciao Sergio,
      il bando si rivolge sia alle cooperative di tipo B da costituire sia a quelle già costituite come nel tuo caso.
      Vengono finanziati progetti di investimento per:
      a)la produzione di beni nel settore dell’agricoltura,dell’industria e dell’artigianato
      b)la fornitura di servizi alle imprese

      La domanda di accesso al contributo deve essere presentata dall’attuale cooperativa, che ha sede a Roma, indicando che gli investimenti saranno effettuati per le sedi operative del Piemonte e della Campania.

      Nel caso di cooperative sociali già esistenti,l’agevolazione può arrivare a coprire progetti di investimento fino a 258.000 euro a fronte del fatto che la stessa cooperativa investe nel progetto mezzi propri e che quindi ci sia un co-finanziamento.

      1. praticamente ci servirebbe un porter è varia attrezzatura da giardinaggio tipo motosega tagliaerba ecc. per un totale di circa 30mila euro. quanto cifra sarà a fondo perduto?

  12. salve,
    io e alcuni miei amici vorremmo avviare una cooperativa sociale, mi ha colpito il vostro articolo sui finanziamenti e volevo sapere quali sono le tempistiche per accedere a questo fondo e se ci sono serie possibilità di ottenerlo. Ma al di là di questo finanziamento volevo ricevere informazioni generali su come avviare una cooperativa sociale,soci, parti sociali, e l’avviamento in generale, dove trovare risorse , ect. Noi siamo in campania, territorio in cui queste attività non sono molto radicate, soprattutto in provincia dove risiediamo. Vi ringrazio anticipatamente e vi porgo distinti saluti.

    1. Ciao,
      per accedere a questi fondi occorre presentare una domanda e allegare il business plan in cui si descrive in modo dettagliato cosa si vuole realizzare.
      I fondi sono messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico tramite Invitalia.Dal momento della presentazione della domanda, al momento in cui si ha l’esito della pratica, trascorrono circa 6 mesi.
      Le possibilità di ottenere il finanziamento dipendono dalla fattibilità di mercato e dalla fattibilità economico-finanziaria del business plan.
      Per informazioni sulla costituzione di una cooperativa e su i vari adempimenti amministrativi e fiscali, ti suggerisco di contattare un commercialista.

  13. Salve, 10 mesi fa abbiamo costituito una cooperativa sociale, siamo riusciti ad aggiudicarci due piccoli appalti di pulizie e portierato, ma ovviamente non riusciamo più di tanto a tirare fuori i fondi per comprare attrezzature e materiale per lavorare meglio, possiamo anche noi fare richiesta ai contributi a fondo perduto? se si, in che modo? grazie mille
    (siamo a Roma)

    1. Ciao Graziano,

      le coop possono fare richiesta di contributi pubblici, ovviamente. Dipende solo da tipo di bando su cui si va ad insistere. Se vuoi, puoi contattarci ai recapiti che trovi nella pagina dei “CONTATTI”.

  14. Salve,

    rappresento un gruppo di psicologhe, educatrici e operatrici sociali, composto per il 90% da donne tra i 18 e i 35 anni, che hanno sempre lavorato nelle cooperative e posseggono una comprovata esperienza operativa nei settori “assistenza agli anziani” “accoglimento” “sezione primavera” “consulenza psicologica a bambini autistici” e “inserimento e apprendimento”.

    Siamo tutti residenti in Sardegna e vorremmo aprire una cooperativa sociale in una zona fortemente svantaggiata dal punto di vista occupazionale e in cui la maggior parte dei servizi che abbiamo intenzione di offrire scarseggiano.

    Ci piacerebbe sapere se vi sono dei contributi per la costituzione della cooperativa e per aiutarci a intraprendere in maniera autonoma l’attività.

    Capire soprattutto de fosse possibile tramite i contributi ammortizzare le spese iniziali (da considerare in businees plan) quali commercialista 5000,00 euro annue affitti 5000,00 euro annue minimo, carta e materiale da ufficio, spese telefoniche internet, e costo notaio.

    Grazie in anticipo.

    Daniel C.

    1. Ciao Daniel,
      questo bando da contributi a fondo perduto per l’avvio di cooperative sociali di tipo B, cioè cooperative il cui 30% dei soci lavoratori è rappresentato da persone svantaggiate (come da L. n.381/91 art.4).Non so quindi se questa è la tipologia di cooperativa sociale che pensavate di avviare.
      I contributi coprono le spese per gli investimenti e non le spese di gestione.

  15. Salve,
    sono Maria Catena, ho 30 anni e sono laureata in lingue straniere. Da circa 8 mesi, insieme ad altre persone stiamo maturando l’idea di aprire una cooperativa sociale di tipo B.
    Tra le nostre prime attività abbiamo pensato ad attivare una ludoteca per bambini dai 3 ai 14 anni. Abbiamo tanti dubbi sulla conformità del locale ma soprattutto vorremmo capire se con il contributo a fondo perduto potremmo acquistare anche un immobile (noi siamo nel cuore della Sicilia, in provincia di Enna). Grazie di cuore per il supporto che ci date, secondo me sono le persone come voi che danno speranza ai giovani e non i tfa e i concorsi del minisro all’istruzione!

    1. Ciao Maria,
      grazie per i complimenti.
      Questi contributi a fondo perduto non finanziano l’acquisto dell’immobile ma solo l’acquisto per i beni strumentali. Ciò vuol dire che il bando finanzia tutte le spese necessarie per “allestire” la ludoteca e cioè: spese per eventuali opere murarie e/o di ristrutturazione, spese per l’acquisto di mobili e arredi, spese per gli impianti di riscaldamento e/o condizionamento, spese per l’acquisto di giochi e/o di altro materiale specifico per le attività della ludoteca, etc.
      Alla domanda di richiesta del contributo va allegato il business plan dell’attività che volete realizzare, in cui occorre descrivere in modo dettagliato la compagine sociale, l’organizzazione dell’attività, il mercato di riferimento, l’eventuale concorrenza, il piano degli investimenti e la relativa copertura finanziaria, la stima dei costi di gestione e la previsione dei ricavi.

  16. sale, io ho creato un’associazione onlus in Sicilia (RG) che si occupa di trasporto, nel mio statuto è previsto che posso creare case di riposo ,alloggio per persone con handicap, ho gli stessi diritti di una coperativa? posso accedere a dei fondi per realizzare dei progetti?
    Distinti Saluti GRAZIE

  17. salve,siamo una coop sociale tipo b appena avviata in sardegna zona sulcis iglesiente,vorrei sapere se ci sono dei finanziamenti a fondo perduto per acquisto macchinari e attrezzatura per la nostra pasticceria-caffetteria-gelateria, stiamo già ristrutturando il locale a spese nostre! grazie attendo risposte

  18. salve, ho una cooperativa di tipo B, operiamo nel campo della ristorazione da 7 anni in provincia di bari.
    la coop è composta da 4 soci lav. svantaggiati e 5 normodotati.
    vista la situazione anche noi ora ci ritroviamo ad aver bisogno di fondi per continuare l’attività.
    reperire notizie non è facile e sicuramente siamo in un sistema in cui non si sa più quali siano i referenti.
    se può aiutarmi a saperne di più, dai vari siti di regione, provincia per non parlare dei comuni, non siamo riusciti a venirne a capo.
    faccio presente che fin’ora non abbiamo neanche provato ad accedere ad alcun finanziamento.
    la ringrazio

    1. Ciao Giuseppe,
      anche le cooperative già avviate possono accedere a questi contributi fino a 258.000 euro, purchè il cui 30% dei soci lavoratori è rappresentato da persone svantaggiate.
      Le risorse sono erogate su tutto il territorio nazionale da Invitalia.
      Alla richiesta di contributo devi allegare il business plan con la descrizione del piano degli investimenti e la relativa copertura finanziaria.
      Per scrivere il business plan puoi seguire il modello che è sul BLOG:
      http://www.businessplanvincente.com/business-plan

  19. Salve,
    mi chiamo Giuseppe, ho 42 anni e sono il presidente di una neocostituita Cooperativa Sociale di tipo A e B in Calabria, che dovrebbe svolge la proprie attività nella costa jonica Reggina e precisamente nella zona della Locride. Essendo venuti a conoscenza di questa possibilità, avremmo intenzione di inoltrare la documentazione per ottenere il finanziamento nazionale. Vorremmo operare nel campo dell’artigianato sfruttando le conoscenze sulla tessitura tradizionale al telaio, creando dei campionari da immettere sul mercato attingendo ala sapere delle poche anziane che ancora oggi tengono vive queste conoscenze; l’altro settore, appunto, trovandoci in un territorio con alto tasso di anziani, vorremmo operare sul sociale come assistenza agli anziani.
    Vi chiedo come poter attingere ai finanziamenti a fondo perduto, a chi inoltrare la pratica e degli indirizzi utili a cui rivolgersi.
    Fiducioso di una Vostra risposta alle mie domande porgo cordiali saluti.
    Giuseppe
    Fiducioso di una Vostra rispoo.
    In attesa del vostro cortese aiuto, porgo distinti saluti.

  20. Salve,
    mi chiamo Michele , sono il presidente di una neocostituita Cooperativa Sociale di tipo B in Calabria, che dovrebbe svolge la proprie attività precisamente nella zona della Piana di Gioia Tauro. Vorremmo operare nel campo della raccolta differenziata rifiuti, pulizia stradale ecc. ecc.
    Vi chiedo come poter attingere ai finanziamenti a fondo perduto,per l’aqusto di macchineri , attrezzature , uffici ecc. ecc. a chi inoltrare la pratica a cui rivolgersi.oppure fate tutto voi ?
    Fiducioso di una Vostra risposta porgo cordiali saluti.
    Michele

    1. Ciao Michele,

      Per valutare la possibilità di accedere alla finanza agevolata occorre avere qualche elemento in più, in merito alla forma giuridica, al codice ATECO dell’attività, alle caratteristiche dei richiedenti (se occupati o non), all’ammontare e alla tipologia del piano degli investimenti.
      Se vuoi avvalerti dei nostri servizi di consulenza puoi contattarci allo 06.688.91.958 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18.
      Ti facciamo presente che nel nostro sito http://www.businessplanvincente.com sono disponibili alcune risorse che permettono di realizzare il business plan anche in modo autonomo.
      Infatti, all’interno del sito c’è la possibilità di utilizzare gratuitamente un modello di business plan che può trovare a questo link:
      http://www.businessplanvincente.com/business-plan
      oppure è possibile acquistare a soli 47 euro + IVA l’Ebook “COME FARE IL BUSINESS PLAN” con il quale regaliamo alcuni BONUS quali:
      – un software in formato EXCEL per la compilazione in modo automatico del piano economico finanziario;
      – un file WORD che spiega cella per cella cosa occorre fare nel file excel;
      – una MASTERMIND.
      Può trovare questa risorsa a questo link:
      http://www.businessplanvincente.com/prodotti/come-fare-il-business-plan
      Infine sono disponibili tutta un’altra serie di prodotti utili alla compilazione, in modo autonomo, delle varie sezioni del business plan.
      Questi prodotti sono consultabili su questo link:
      http://www.businessplanvincente.com/prodotti

  21. BUON GIORNO SIAMO UNA COOP. SOC. ONLUS DI TIPO B DI NUOVA COSTITUZIONE, VORREMMO POTER ACCEDER A FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER UN PROGETTO DI RECUPERO RIFIUTI (RAE) E POTER INSERIRE PERSONE SVANTAGGIATE, LA NOSTRA COOP. SI TROVA NELLA PROVINCIA DI LODI ED E’ IL FARO SOC.COOP. SOCIALE ONLUS.

    COLGO L’OCCASIONE PER PORGERVI I PIU SENTITI R SINCERI SALUTI

    TIZIANO GRAZZANI

  22. Vorrei saperne di più sono un presidente di una coop. Sociale che opera dal 1996,in Sicilia. attendo notizie in merito, nell’attesa porgo distinti saluti.

    1. Ciao Gregorio,

      questo bando è di Febbraio 2012 e al momento non sappiamo se è ancora aperto oppure l’hanno chiuso per mancanza di plafond o esaurimento fondi.

  23. salve compio 26 anni a novembre sono della regione campania ,provincia di caserta ,sono disoccupata da più di 2 anni e diplomata al liceo-socio-psico-pedagogico,vorrei aprire una scuola dell’infanzia mediante un finanziamento a fondo perduto, posso farlo ? quanto tempo occorre ma soprattutto non so da dove iniziare grazie

    1. Ciao Sabrina,

      ci sono vari bandi che finanziano iniziative coma le tua; prova a chiamare INVITALIA e chiedere le informazioni a loro. Se INVITALIA non ti da le info che ti sono necessariem allora chiama la Regione Campania (Assessorato alle politiche Produttive) oppure chiedi alla CCIAA di Caserta. Oltre a questi, puoi chiedere alla Provincia di Caserta o allo stesso Comune di Caserta. Potrebbe essere una ricerca lunga, ma di solito si riesce ad ottenere quello che serve.

      Quasi certamente ognuna delle istituzioni che ti ho menzionato ti chiederà di scrivere il business plan della tua iniziativa: se non sai come fare per scriverlo, prova ad andare qui:

      http://www.businessplanvincente.com/prodotti/come-fare-il-business-plan

      E’ un e-book che permette di scrivere il piano di business in autonomia e con un notevolissimo risparmio di costi di consulenza.

  24. vorrei aprire un caseificio per tutelare la vecchia e ormai dimenticata arte della lavorazione del latte,non a livello industriale,ma come facevano un tempo le nostre nonne..vorrei sapere se come ipotetica cooperativa ci sarebbe qualche fondo perduto per l’acquisto di un terreno ed eventualmente la fabbricazione di un piccolo laboratorio.grazie,aspetto con ansia un vostro aiuto,con una email.grazie ancora.

    1. Ciao Chiara,
      questi contributi a cui fa riferimento l’articolo che hai postato sono per le cooperative sociali di tipo B, cioè per quelle cooperative il cui 30% dei soci è formato da persone svantaggiate. Non so quindi se è a questo tipo di cooperativa che facevi riferimento per avviare la tua attività.
      Comunque prima di accedere a qualunque forma di finanziamento ti suggerisco di scrivere il business plan del caseificio che vuoi avviare mettendo in evidenza:
      1) le competenze dei soci necessarie per svolgere questa attività
      2) l’organizzazione delle risorse umane che lavoreranno nel caseificio
      3) il mercato di riferimento: in termini di gusti e abitudini di acquisto dei clienti
      4) la concorrenza
      5) il piano degli investimenti necessari per realizzare il caseificio e la relativa copertura finanziaria
      6) la stima dei costi di gestione
      7) la stima dei ricavi

      Per avere un supporto nella preparazione e nella stesura del business plan puoi seguire il modello che proponiamo sul nostro BLOG e di cui ti invio il link:
      http://www.businessplanvincente.com/business-plan

      Una volta scritto il business plan puoi presentarlo sia alle banche sia agli enti pubblici (Assessorati alle Politiche Produttive della Regione e/o del Comune) e verificare se ci sono possibilità di accesso a contributi e/o finanziamenti.

  25. Salve..vorrei formare una cooperativa sociale di tipo A e tipo B..x servizi sanitari ospedalieri..(dimissioni ospedaliere,visite mediche programmate ecc ecc) più servizio attivo 118.. siamo un gruppo di ragazzi con eta compresa tra i 18 e i 35 anni..tutti residenti nel sulcus iglesiente (sardegna)..vorremmo proporre questo progetto alla regione sardegna per sfuggire alle scarsissime possibilita lavorative che ci offre la nostra zona..è possibile richiedere un prestito a fondo perduto x acquisto ambulanze e materiali indispensabili x questa attivita?? come posso fare..?? grazie..
    cordiali saluti
    marco

    1. Ciao Marco,
      i contributi relativi al bando che hai postato riguardano solo le cooperative di tipo B. Per accedere a questi fondi alla domanda devi allegare il business plan della tua idea imprenditoriale.
      Questi fondi sono gestiti a livello nazionale da Invitalia.
      Per scrivere il business plan della cooperativa puoi seguire il modello che proponiamo nel BLOG e di cui ti invio il link:
      http://www.businessplanvincente.com/business-plan

  26. salve a tutti e complimenti per l’ottimo lavoro che svolgete, in piu in maniera gratuita .
    volevo porre una domanda:
    abbiamo costituito oggi una cooperativa sociale di tipo A+B chiaramente onlus, abbiamo esaminato i bisogni del nostro territorio che si trova nella regione Emilia Romagna, visto il numero molto alto delle persone svantaggiate ci siamo anche rivolti all’ufficio di collocamento di zona dove abbiamo chiesto una sorte di lista per renderci conto di quale tipo di disabilità hanno, per poter cercare di creare dei laboratori adatti ad essi, ma pultroppo il collocamento dice che non puo rilasciare niente, dobbiamo noi andare da loro con lavoro preso, in quel caso ci propongono le persone disagiate. la mia domanda è davvero non possono non fornirci dei dati richiesti prima del raggiungimento di un qualsiasi appalto ?
    oltre all’ufficio di collocamento e i servizi sociali a chi ci possiamo rivolgere ?
    intanto grazie e buona giornata ..

    1. Ciao Rino,
      grazie per i complimenti che sono sempre graditi.
      Trattandosi di dati riservati è probabile che per la legge sulla privacy i Centri per l’impiego non siano autorizzati a diffonderli.

  27. Salve, sono una Operatrice socio Sanitaria, lavoro sul servizio domiciliare erogato dal comune. purtroppo la cooperativa che gestisce questo servizio sta cercando di licenziare tutti i lavoratori, per questo motivo ci siamo riunito con altri due colleghi operatori del settore e vogliamo aprire una cooperativa sociale per gestire noi questo servizio con grande qualità e dignità nel confronto dell’utente e anche del lavoratore. vorrei sapere se ci sono delle agevolazioni fiscali in questi casi anche per noi visto che abbiamo superato non di tanto i 35 anni nel caso in cui decidiamo di aprire una piccola cooperativa sociale . Noi siamo in provincia di Lecco. grazie per la vostra gentile informazione.

    1. Ciao Monica,

      purtroppo in questo momento (2013 appena iniziato…) non abbiamo informazioni “fresche” su questi contributi poichè l’articolo è stato scritto giusto un anno fa, a febbraio 2012. Abbiamo, però, la certezza che nel 2013 qualche bando aprirà sicuramente sia nel settore profit che nel no profit, ma non sappiamo nè quando, nè quanto sarà messo a disposizione per i nuovi progetti; nè, tantomeno, sappiamo quali e quante saranno le varie forme di agevolazione (fiscale e non) che caratterizzeranno i nuovi bandi.

  28. salve, sono una psicologia. sono venuta a conoscenza di tali finanziamenti.vorrei sapere se sono ancora disponibili i fondi e come funziona per avviare un centro di riabilitazione per i disturbi dell’infanzia, in puglia, insieme ad altre mie colleghe.posso tenere in considerazione questi fondi?grazie.

    1. Ciao Pia,

      questo articolo è di Febbraio 2012 (quasi un anno fa) e al momento non sappiamo se è ancora aperto e se ci sono ancora fondi disponibili poichè non abbiamo (ancora) notizie “fresche” in merito. Puoi fare due cose:
      1) se guardi nella parte destra del nostro sito c’è un riquadro con scritto “SCARICA I 7 SEGRETI PER FARE UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO”: inserisci il tuo nome e una e-mail valida. E’ una guida COMPLETAMENTE GRATUITA che, una volta scaricata e seguita la procedura, ti permette di iscriverti (sempre in modo gratuito) alla nostra mailing list alla qual einviamo una serie di comunicazioni di vario genere, comprese quelle relative a nuovi bandi oppure a vecchi bandi che sono stati riaperti (e rifiniziati).

      Nel frattempo, e se non lo hai già fatto, inizia a scrivere il business plan della tua idea poichè te lo chiederanno sicuramente. Se non sai come fare il piano di business, prova a dare un’occhiata qui:

      http://www.businessplanvincente.com/prodotti/come-fare-il-business-plan

      E’ la GUIDA PRATICA che sta aiutando moltissimi imprenditori a scrivere il piano di business in modo chiaro, semplice e professionale.

  29. Ciao e complimenti per il vostro servizio, estremamente serio e qualificato.
    Con un gruppo di una decina di persone (alcuni giovani, altri no, alcuni disoccupati, altri occupati), nel corso del 2012 abbiamo costituito una cooperativa sociale di tipo B in Calabria. Stiamo cercando un contributo a fondo perduto che ci consenta di fare un investimento importante, finalizzato alla ristrutturazione della sede che ci è stata data in uso ed all’acquisto di attrezzature per la produzione. Esistono facilitazioni di questo genere specifiche per cooperative sociali in questo momento? Potremmo in alternativa partecipare alla Microimpresa di Invitalia? Dove troviamo informazioni di dettaglio?
    Grazie e ancora complimenti.

  30. Salve faccio parte di una coop. soc. che gestisce una comunità alloggio per minori in sicilia prov, di Ragusa, da dieci anni siamo in affitto. volevo sapere se ci sono finanziamenti a fondo perduto per costruire una struttura o per acquistare casa, Grazie e buon lavoro…

  31. Salve, siamo 3 veterinari e 2 agronomi e vorremmo costituire una cooperativa sociale agricola in provincia di Bologna.
    Ci piacerebbe che della cooperativa facessero parte stranieri di varie etnie (residenti in Italia e disoccupati) con i quali condividere tecniche rurali per l’allevamento e le colture, quindi per uno scambio culturale e per una maggiore loro integrazione.
    Ci chiedevamo se questo si può chiamare cooperativa sociale, se
    è possibile ricevere fondi per questo progetto e dove è possibile reperire maggiori informazioni.
    Grazie mille per il servizio, buon lavoro a tutti.

    1. Ciao Martina,

      questo articolo è di un anno fa circa; al momento non abbiamo notizie “fresche” in merito alle possibilità di finanziamento delle cooperative da parte dello Stato e quindi non saprei come rispondere alla domanda che hai posto.

      Prova a fare una telefonata alla CCIAA della tua Provincia e chiedi se sono aperti bandi in proposito. Allo stesso modo, prova a fare anche una telefonata alla regione di tua residenza e chiedi a loro la stessa cosa.

  32. salve. sono un socio di una cooperativa sociale onlus. volevo sapere se ci sono dei finanziamenti per la ristrutturazione di una casa in campagna, per poter avviare un piccolo agriturismo, per inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Grazie

    1. Ciao Ivano,

      questo articolo è di qualche tempo fa e, al momento, non sappiamo come stanno messi i finanziamenti alle coop.

        1. Se ti iscrivi alla nostra mailing list sarai aggiornato in tempo reale in merito alle variazioni dei bandi.
          Per iscriverti alla mailing list devi scaricare lo special report gratuito “I 7 SEGRETI PER FARE UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO” che trovi nel lato destro del sito.

  33. Salve volevo avere maggiori informazioni su come mettere su una cooperativa sociale nel campo dei minori e persone con dipendenze o comunque che si devono rintegrare nella società. Volevamo sapere se lo stato può dare ancora fondi oppure se per adesso i finanziamenti sono bloccati. La cooperativa la vorremmo aprire a roma e in zone limitrofe e siamo un gruppo di ragazzi tra i 22 e i 30 anni. Grazie mille per la vostra risposta e disponibilita a presto Gloria

    1. Ciao Gloria,

      per quanto riguarda le info relative alla costituzione di una cooperativa, forse è meglio che vi rivolgiate ad un commercialista (per altro specializzato in materia, che è decisamente meglio…). Non è che non voglio darti una risposta, ma noi siamo specialisti nella redazione di business plan per conto dei clienti che ce ne fanno richiesta.

      Inoltre; in merito ai finanziamenti, questo articolo è di molto tempo fa e i bandi pubblici di finanziamento relativi alle coop (quelli di cui parliamo in questo articolo) sono stati chiusi da molto tempo e non sappiamo se sono stati riaperti oppure no.

  34. vorremmo aprire una coop sociale di tipo b vorrei sapere quanto dovremo disporre come capitale sia per aprire e accedere a un finanziamento pubblico? grazie
    vi porgo i miei saluti in attesa di una vostra risposta

    1. Ciao Marco,

      questo articolo è di Febbraio 2012 (quasi due anni fa…) e, purtroppo, al momento non abbiamo informazioni “fresche” circa la possibilità di finanziare una cooperativa di tipo B. Considera che, in linea di massima (molto massima…) le pubbliche Amministrazioni, per concedere un finanziamento pubblico, richiedono sempre che il proponente (imprenditore) ci metta di tasca sua almeno un 30-35% dei finanziamenti complessivi necessari alla copertura degli investimenti.

      Questa non è una regola stringente nè fissa ma è la prassi della Pubblica Amministrazione.

  35. Ciao, sono Michela e sono la mamma di 2 bimbi che frequentano un asilo paritario, una cooperativa onlus. Hanno fatto dei lavori di ristrutturazione nel 2012 e devono farne altri quest’anno e i primi 6 mesi del 2014. Ci vorranno ancora 50.000 €. Possono recuperare dei fondi?
    Grazie mille
    Michela

    1. Ciao Michela,

      questa tipologia di contributi si riferisce alle cooperative sociali di tipo B: dalla tua descrizione non è chiaro la tipologia di cooperativa e il comune in cui si trova.
      Le agevolazioni variano in base al codice ATECO dell’attività, alla forma giuridica, alla sede della localizzazione, all’ammontare degli investimenti e alla tipologia di compagine sociale. Occorrerebbe avere qualche informazione in più per poterti dare una risposta più precisa.

  36. Ciao mi chiamo Giampaolo,
    abbiamo elaborato un progetto, denominato “Felicemente Anziani”, relativo alla costruzione di un centro residenziale polivalente per anziani in Sardegna. L’operazione sarà effettuata da una società di capitali in via di costituzione (NewCo), prevede un investimento di 4.800.000 euro di cui 3.500.000 euro da reperire tramite co-finanziamento/mutuo/leasing/partecipazione o altro; inoltre, abbiamo già acquistato il terreno (circa 12.000 mq) e provveduto a redare un progetto preliminare “avanzato” della struttura (60 posti letto) con relativo computo di spesa per la costruzione della stessa.
    Considerata la valenza sociale del progetto e la ricaduta in termini di posti di lavoro, posso avere accesso a fondi comunitari e/o altri contributi?
    Cordialmente

  37. Salve, siamo un gruppo di ragazzi che si sta interessando ad avviare una cooperativa sociale, e a tal proposito vorremmo fare una domanda: i soci che fanno parte della cooperativa vengono retribuiti in qualche modo, visto che è una coop. no profit?
    Vi ringrazio anticipatamente!!

  38. Mi chiamo Antonia, siamo un gruppo di amici di età inferiore a 35 anni interessati a formare una Cooperativa sociale del tipo B ( con all’interno soci lavoratori svanteggiati), indirizzata all’accoglienza residenziale h 24 di persone svantaggiate. Per questo abbiamo bisogno di chiedere un contributo statale/regionale o comunitario per adeguare gli immobili ed avviare l’attività. La nostra idea è da localizzarsi in Basilicata. Potete darci un aiuto a chi dobbiamo rivolgerci. grazie della gradita risposta.

    1. Ciao Antonia,
      in questo momento in Basilicata sono finanziate start up sotto forma di Snc o di Sas. Purtroppo la forma giuridica della cooperativa non è ammessa ai Fondi del Ministero dello Sviluppo Economico.
      Puoi chiedere informazioni all’Assessorato alle Politiche Produttive della Regione Basilicata.
      Ciao

  39. Salve,
    da qualche mese sto lavorando con altre 3 persone per fondare una Cooperativa sociale di tipo B, a Genova. Che voi sappiate la nostra città rientra tra quelle che possono ottenere l’agevolazione?
    Grazie!

    1. Ciao Enzo,

      non ho idea se la Vs cooperativa può rientrare nell’ambito dei finanziamenti poichè le informazioni che mi hai dato sono poche rispetto a quelle di cui abbiamo bisogno per darti una risposta sensata e professionale.

      Se credi, puoi contattarci llo 06-688.91.958 oppure puoi scriverci una e-mail a questo indirizzo di posta elettronica:

      staff@businessplanvincente.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>