FLUSSI FINANZIARI e finanza aziendale: la dinamica finanziaria dell’azienda

Flussi finanziari e finanza aziendale

Oggi parliamo di  flussi finanziari e finanza aziendale per introdurre uno degli argomenti più “ostici” della gestione di un’attività economica. Ci riferiamo alla “dinamica” dei flussi di denaro che caratterizzano  la gestione i quali rappresentano uno degli aspetti meno conosciuti nell’ambito della gestione.

Solitamente, quando si parla di finanza aziendale, ci troviamo di fronte a un generale “brancolare” nel buio da parte di imprenditori, neo-imprenditori e aspiranti imprenditori, poiché la finanza è una delle materie considerate “più difficili” in assoluto, quando invece non lo è. Inoltre, i pochi che sanno l’ABC della finanza, di solito non si spingono mai oltre  la pentaripartizione dello stato patrimoniale, come abbiamo mostrato in questo articolo.

Continue reading “FLUSSI FINANZIARI e finanza aziendale: la dinamica finanziaria dell’azienda”

LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELL’AZIENDA

Ristrutturazione finanziaria dell’azienda

Ristrutturazione finanziaria dell’azienda: cos’è e come si può fare? Oggi cerchiamo di  entrare un po’ nell’ambito di alcune operazioni che, nella prassi aziendale, rappresentano la norma pur essendo poco conosciute e poco utilizzate da molti imprenditori: ci stiamo riferendo a tutte quelle operazioni  che prevedono la variazione dei tempi di scadenza dei debiti che fa un imprenditore per tenere aperta la sua attività. Ogni volta che si variano le scadenze temporali dei debiti, si può parlare di ristrutturazione finanziaria dell’azienda. vediamo di cosa si tratta.

Torniamo a parlare, ancora una volta, di finanza aziendale perchè, come abbiamo avuto modo di specificare più volte in tantissimi articoli, l’aspetto della gestione finanziaria aziendale è probabilmente quello più importante nell’ambito della gestione di una qualsiasi attività economica. Infatti, la finanza aziendale è il fulcro intorno al quale gira tutta l’attività. E questo, accade per un motivo estremamente semplice: si può avere un’idea di business meravigliosa, che ha un mercato potenziale molto ampio, con dati e proiezioni che possono lanciare l’imprenditore nell’olimpo degli imprenditori ma, se mancano i soldi per attuarla, è come un treno fermo alla stazione.

Continue reading “LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELL’AZIENDA”

BUSINESS PLAN E OPPORTUNITA’ DI MERCATO

In questo articolo parliamo del business plan e delle opportunità di mercato. Partiamo dall’inizio, e cioè da una cosa che ormai andiamo dicendo da un pò di tempo: la nascita di una nuova iniziativa economica non può prescindere dalla redazione di un piano di impresa all’interno del quale devono essere analizzati (in via del tutto preventiva) tutti gli aspetti strategici e operativi che caratterizzeranno lo start-up della nuova azienda.

La prima analisi che deve essere condotta a livello strategico è indubbiamente quella relativa alle opportunità offerte dal mercato: gli uffici brevetti di tutto il mondo sono pieni di idee innovative, brillanti, tecnologiche etc etc.., ma alcune di essere giacciono negli scantinati degli uffici stessi e non hanno mai reso un euro (intermini di ritorno sugli investimenti) a chi le ha inventate. Perchè accade una cosa del genere? Semplice: non c’è nessuno disposto ad acquistare il nuovo prodotto che si vuole mettere nel mercato. E i motivi per cui nessuno vuole acquistare un prodotto possono essere vari, e di vario genere.

L’immagine che abbiamo inserito in questo articolo parla abbastanza chiaro: si tratta del deserto del Sahara, a simboleggiare il fatto che, per un certo tipo di prodotto e/o servizio, potrebbe non esserci un mercato. Domanda: tu avvieresti un fast-food in mezzo al deserto? Oppure, apriresti un’altra attività economica qualsiasi in questo posto? In linea di massima, la risposta a questa domanda è sempre la solita, scontata: NO! A senso tutti arrivano a  capire in modo intuitivo il perchè: non c’è niente, non c’è nessuno! Cosa apro a fare un’attività in un posto del genere?A chi vendo il mio prodotto? A chi offro il mio servizio? Se non ci sono clienti, chi me li da i soldi per sostenere l’attività? Queste sono tutte domande corrette e anche molto sensate!!

Quello che non si capisce molto bene è per quale motivo, poi, di fronte alle richieste dei dati di mercato necessari per scrivere il piano di marketing all’interno del business plan, tanti imprenditori, neo-imprenditori e aspiranti imprenditori “dimenticano” completamente di pre-occuparsi di questo aspetto strategico fondamentale per la vita di un business; e, quello che è più grave, si”inventano” una serie più o meno credibile di dati di mercato per sostenere la bontà della loro idea di business.

I dati di mercato sono i pilastri su cui dovrebbe poggiare qualsiasi attività d’impresa perchè senza dati di mercato (reali)  si corre un rischio enorme: quello di effettuare investimenti in un mercato che è deserto!! Un mercato, cioe, privo di acquirenti…Inutile ribadire l’ovvio, e cioè che se non ci sono clienti, non esiste business. E, siamo pronti a scommettere, in un mercato privo di clienti non ci saranno nemmeno tanti concorrenti!

Quando parlano di dati di mercato, gli esperti di marketing si riferiscono alla conoscenza di qualsiasi aspetto relativo a quel mercato: in particolare, esistono delle analisi particolari che vengono effettuate all’esterno dell’impresa. Si tratta di analisi sugli aspetti economici, demografici, politici e legali che riguardano un certo territorio. Molti navigatori, nei vari commenti ai vari articoli, ci hanno chiesto se esistono delle leggi di finanza agevolata con cui poter avviare la loro iniziativa economica. A ognuno dei navigatori abbiamo sempre risposto che occorre prima sapere in che Regione risiedono, per poi avere altre informazioni. Perchè a seconda della Regione, ci sono leggi specifiche che privilegiano certi tipi di iniziative economiche piuttosto che altre. E questo è un dato di mercato fondamentale, per sapere se è il caso o meno di avviare una certa iniziativa.

Come è facile intuire, conoscere gli aspetti politico-legali connessi ad un certo mercato e a un certo territorio è un aspetto strategico che può pregiudicare o favorire lo sviluppo di un’iniziativa. Ma non solo: conoscere anche gli aspetti demografici di un territorio è un aspetto essenziale perchè si tratta di conoscere una serie di parametri fondamentali relativi al comportamento dei consumatori di quel mercato, ammesso che di potenziali clienti ve ne siano….

Ecco quindi il perchè del deserto: senza  le informazioni di cui stiamo parlando, diventa sostanzialmente impossibile conoscere gli aspetti rilevanti di un mercato, valutarne le sue potenzialità economiche, conoscerne le possibilità di sviluppo. Tutte queste informazioni vengono inserite nella parte del business plan che prevede la scrittura del piano di marketing. E questo è il motivo per il quale, si all’interno del sito che anche quando parliamo con gli imprenditori, i neo-imprenditori e gli aspiranti imprenditori, non manchiamo mai di far riflettere sulle opportunità che offre un mercato.
Perchè senza opportunità, non c’è business.