BANDO COMUNE DI ROMA 2010: MODALITA’ DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI

Bando Comune di Roma 2010:finanziamenti alle imprese Il Bando del Comune di Roma 2010 concede soldi a fondo perduto e a tasso agevolato a tutte le imprese (già esistenti o da costuire) che operano nel Comune di Roma. Dei requisiti di accesso a questi finanziamenti a fondo perduto abbiamo già parlato in un altro nostro articolo. Qui vogliamo darti delle informazioni utili sulla compilazione del formulario on line. Per compilare il formulario on line devi prima registrarti al sistema informatico predisposto dal Comune di Roma, inserendo i seguenti dati:
  1. Nome e cognome del proponente (nel caso di imprese da costituire) o del rappresentante legale (nel caso di imprese già esistenti);
  2. Nazionalità del proponente (nel caso di imprese da costituire) o del rappresentante legale (nel caso di imprese già esistenti);
  3. Data e luogo di nascita del proponente (nel caso di imprese da costituire) o del rappresentante legale (nel caso di imprese già esistenti);
  4. Residenza e recapiti del proponente (nel caso di imprese da costituire) o del rappresentante legale (nel caso di imprese già esistenti).
Terminata la registrazione, ti viene inviato, all’indirizzo di posta elettronica che hai in precedenza indicato, un messaggio con le credenziali (USERNAME e PASSWORD) che ti sono necessarie per accedere, ogni volta, all’area riservata per la compilazione on line del formulario. E’ quindi molto importante non perdere queste credenziali che ti consentono di accedere, tutte le volte che vuoi,  alla compilazione del tuo formulario. Una volta ottenuto l’accesso al sistema devi procedere a registrare la tua impresa, specificando se si tratta di un’impresa da costituire, oppure di un’ impresa costituita da non oltre 18 mesi, o se invece si tratta di un’impresa giè esistente ed operante nel mercato da più di 18 mesi. Per registrare l’impresa devi indicare:
  1. Denominazione sociale
  2. Tipologia di impresa
  3. Data della costitutzione
  4. Codice fiscale e Partita IVA
  5. Ragione sociale
  6. Codice ATECO ( il codice della tua attività deve rientrare tra i codici ammessi al finanziamento dal bando, altrimenti la tua domanda non viene presa in considerazione)
  7. Sede legale e recapiti telefonici dell’impresa
Dopo aver registrato l’impresa, devi procederre ad inserire i dati relativi alla compagine sociale cioè ai soci della società, indicando per ciascun socio: il nome  e il cognome, il luogo e la data di nascita, la residenza e i recapiti per eventuali comunicazioni. Per ciascun socio occorre  devi allegare il curriculum vitae dal quale devono emergere le esperienze pregresse nel settore in cui si colloca il progetto. Quindi se per esempio intendete aprire un asilo nido e nessun socio ha esperienze pregresse nel settore dell’infanzia o nella gestione di un’attività di questo tipo: ciò non depone molto a vostro favore! Dopo aver descritto la compagine sociale, devi presentare l’idea che è alla base del progetto per il quale stai chiedendo il finanziamento; è in questa sezione del formulario che devi descrivere cosa intendi fare, come vuoi farlo, con quali mezzi e con quali risorse. Dopo aver descritto il prodotto o il servizio che intendi realizzare, devi fare riferimento al  mercato in cui intendi rivolgerti, compilando la sezione del formulario relativa agli aspetti commerciali della tua idea di business. Infatti chi valuta la tua idea di business deve verificare che c’è un mercato, e quindi dei clienti che non solo, vogliono il prodotto/servizio offerto dalla tua azienda, ma che sono disposti anche a spendere del denaro per averlo! Quindi in questa sezione del formulario devi inserire tutti i dati e le informazioni sui tuoi clienti derivanti dalle ricerche di mercato che hai condotto in precedenza. Arrivato a questo punto nella compilazione del formulario, dopo aver  stimato i tuoi potenziali clienti, devi fare una stima delle vendite cioè devi stabilire i tuoi obiettivi di vendita indicando la tipologia di prodotto/servizio che offri, le quantità di prodotto/servizio che intendi vendere in un anno e il relativo prezzo di vendita per ciascun prodotto/servizio. Dopo aver stabilto gli obiettivi di vendita, devi descrivere le fasi del tuo processo produttivo; nel caso offri servizi e non prodotti, devi descrivere, in questo campo del formulario, come pensi di erogare il servizio ai tuoi clienti. La sezione successiva del formulario che devi compilare riguarda gli aspetti occupazionali cioè devi dire quante risorse umane sono coinvolte nella tua iniziativa imprenditoriali, con quali ruoli e mansioni e con quale tipologia di contratto nonchè retribuzione. Dopo aver affrontato l’aspetto dell’organizzazione delle risorse umane, arriva il punto più complesso di tutto il progetto di impresa e cioè il piano economico finanziario in cui devi descrivere il piano degli investimenti che devi effettuare e la relativa copertura finanziaria. Per dimostrare ai valutatori  la validità  e la fattibilità della tua iniziativa imprenditoriale, ti consigliamo di fare un’analisi economico-finanziariaall’interno del business plan che devi presentare e quindi confortare e sostenere  “con i numeri” la tua idea di business.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 thoughts on “BANDO COMUNE DI ROMA 2010: MODALITA’ DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI

  1. Ciao Giovanni,

    ho delle oggettive difficoltà nello spiegarti come fare dei grafici in excel in questa sede, in risposta alla tua domanda.

    Il piano economico-finanziario è la parte più difficile dell’intero Business Plan, e quindi sappiamo il tipo di difficoltà che incontri.

    Se vai nella pagina “PRODOTTI” abbiamo scritto un e-book (“come fare il Business Plan”) al quale alleghiamo gratuitamente proprio un piano economico finanziario in versione semplificata in formato excel, più un allegato in word che ti spiega passo passo cosa devi fare per riempire il file di excel, e che puoi adattare bene anche al bando della 266.

  2. Buongiorno!
    Sto redigendo il Formulario del Bando, e trovo difficoltà nell’elaboarre il Piano economico-finanziario!
    In particolare come calcolare l’IVA e l’ammontare di Imposte e Tasse?!
    Vorrei aggiungere dei garfici utilizzando Excell… ma sono a digiuno di questo programma… potete aiutarmi?
    Grazie anticipatamente e Cordiali saluti

  3. buongiorno, sono a chiedervi delucidazioni su come compilare alcuni campi della domanda a me sconosciuti 🙂
    al punto 3.4 Obiettivi di vendita non riesco a districarmi bene nella risposta.

    esiste un link con tutte le delucidazioni punto per punto ??

    Ringraziandovi anticipatamente per la vostra pronta risposta colgo l’occasione per augurarvi un buon week end
    Piergiorgio

    1. Ciao Piergiorgio,

      abbiamo inserito un countdown nel sito poichè tra 4 giorni ci saranno delle importanti novità! Tra l’altro il bando è stato prorogato di 15 giorni, al 30 novembre. c’è ancora abbastanza temop…

      Il punto 3.4 del bando, comunque, ti chiede di specificare le quantità di prodotto (o servizio) che hai stimato di vendere. Se non hai fatto questa stima, allora è il momeno di farla poichè è proprio su questa che si basa tutta la redazionedel business plan.

      A presto. Buon weekend anche a te.

  4. ti ringrazio di cuore per il tuo aiuto, Giancarlo…magari un tentativo lo faccio…A volte i sogni si avverano no?!

    1. Certo che si avverano, basta solo crederci, pianificarli bene in un business plan e andare fino in fondo!

      In bocca al lupo, e per qualsiasi cosa: siamo qui!

  5. buona sera,
    sono una ragazza di 22 anni e con due amiche volevamo comprare un’attività gia estistente,con esattezza una pizzeria, volevo sapere se possiamo partecipare anche noi al bando, 0ppure no??..
    e se la vostra risposta sia positiva quando scade??ci vorrà tanto tempo prima di sapere se è passato??
    scusate le molteplici domande, ma questa attività sarà sul mercato per poco…
    vi ringrazio comunque in anticipo…

    1. Ciao Valentina,

      il bando del Comune di Roma è stato prorogato di 15 giorni, con scadenza il 30 novembre 2010, ore 12.

      Per dare le graduatorie, il Comune ha messo a bando 120 giorni (lavorativi) poichè sembra che le domande per accedere ai finanziamenti saranno tante.

      L’acquisto di attività esistenti, però, non è previsto: al massimo viene finanziato lo Spin-off aziendale, oltre alla costituzione di nuove aziende e gli investimenti per aziende già esistenti.

  6. Buonasera,
    sto redigendo il business plan per partecipare al bando del Comune di Roma per un’attività di autonoleggio.
    Approfittando della Vostra professionalità volevo chiederVi conferma di alcuni punti:
    Per la parte degli aspetti produttivi ho spiegato il canale di contatto del cliente, come viene formulato il preventivo e come avviene la consegna della vettura e la riconsegna a fine contatto;
    Per la parte sulla validità dell’iniziativa ho spiegato i punti di forza della nostra idea basata su una serie di attività promozionali innovative e su accordi con altre società; inoltre ho puntualizzato che nell’organico a regime sarà presente una donna;
    Per la parte relativa agli obiettivi di vendita abbiamo formulato il Revenue per day per fissare gli obiettivi di fatturato partendo dai dati consolidati della società che precedentemente possedeva il punto vendita attestandoci su prezzi più bassi per entrare nel mercato.
    Aspetto una Vostra conferma al mio operato.
    Grazie mille

    1. Ciao Sabrina,
      ti facciamo i nostri complimenti! Nella parte degli aspetti produttivi, trattandosi nel tuo caso di una società che eroga servizi, hai fatto bene a descrivere le mosdalità con cui intendi offrire il tuo servizio alla clientela. Nella parte relativa alla validità dell’iniziativa imprenditoriale, oltre a mettere in evidenza i punti di forza e di debolezza analizza anche le opportunità e le minacce provenienti dal tuo mercato di riferimento.
      Nella parte degli obiettivi di vendita ricordati di essere coerente con il mercato potenziale che hai stimato.
      Sei sulla strada giusta, continua così! Buon lavoro. Ciao

      1. Buongiorno Paola,
        scusa se approfitto ancora delle Tua disponibilità.
        Secondo la Tua esperienza è il caso di inserire nel plico della documentazione anche il foglio di lavoro con le formule esplicate che abbiamo utilizzato per il calcolo del piano economico?
        Inoltre il sito web (spesa ammessa al fianaziamento) lo patrimonializzo e lo ammortizzo in 5 anni? Mi sembra il modo più corretto visto che ha utilizzo pluriennale.
        Grazie ancora
        Sabrina

        1. Ciao Sabrina,
          tutti i documenti cartacei che hai utilizzato nella predisposizione del tuo business plan vanno allegati, anche se non espressamente richiesti dal bando. Ma sono utili a coloro che fanno l’istruttoria per capire “come hai costruito” il tuo progetto di impresa.
          La realizzazione del sito web è un’immobilizzazione. La scelta delle quote di ammortamento dipende da come “gira” il tuo conto economico. Se il tuo conto economico “regge” la quota di ammortamento che hai ipotizzato, lascia pure l’ammortamento in 5 anni. E’ una valutazione che devi fare tu in base all’ammontare previsionale dei costi e dei ricavi e in base alla redditività che genera la tua iniziativa imprenditoriale.
          Colgo l’occasione per comunicarti che c’è stata una proroga per la presentazione delle domande. La scadenza del bando del Comune di Roma è stata spostata al 30 novembre 2010 anzichè il 15 novembre 2010.
          Buon lavoro!
          Ciao