DOCUMENTI DA ALLEGARE AL BUSINESS PLAN

Documenti da allegare al Business Plan Quali sono documenti allegare al Business Plan? Nel sondaggio on line che abbiamo inserito nel nostro sito,  molti navigatori  ci hanno chiesto di fare un elenco dei documenti che devono essere allegati alla presentazione del piano d’impresa. Di seguito li indichiamo, ma prima però vogliamo fare una precisazione: i documenti  che devi allegare servono per approfondire ed “avvalorare” tutti gli aspetti e i contenuti che hai scritto nella presentazione del  tuo progetto di impresa.

Si tratta, molto semplicemente, di allegare una documentazione atta a dimostrare che quanto scritto nel progetto di business è reale. Alcuni di questi documenti sembrano un pò bizzarri, ma a guardare bene sono invece strettamente funzionali a verificare che l’idea di business stia “in piedi”: Infatti, prima di concedere un qualsiasi finanziamento, ogni finanziatore vuole sapere “a chi” sta dando i soldi e, soprattutto, se la sua idea sta in piedi oppure no!

Questo è un criterio di buon senso a cui si attiene chiunque presta denaro a qualcun altro; dalle banche ai privati. Tu presteresti denaro a qualcuno che te lo chiede, senza prima esserti assicurato/a di una serie di cose? Quindi, vediamo di cosa si tratta.

Per prima cosa se il tuo progetto di impresa viene realizzato nell’ambito di una società che già opera sul mercato, è bene allegare latto costitutivo e lo statuto che sono due documenti in cui vengono presentati i soci,  le norme di funzionamento della società, i poteri degli amministratori, gli organi aziendali, i criteri di ripartizione degli utili, etc.

E’ importante allegare anche il curriculum vitae dell’imprenditore e dei soci; infatti è bene mettere in evidenza, per ciascun socio, oltre al nome e alla generalità:

  • le quote di capitale che vengono conferite da ciascun socio;
  • le motivazioni di ciascun socio alla realizzazione della business idea;
  • la formazione scolastica (precisando le scuole frequentate, i titoli di studio conseguiti e gli eventuali corsi di specializzazione);
  • la formazione extrascolastica;
  • esperienze lavorative coerenti con l’attività imprenditoriale che si vuole  avviare;
  • livello di conoscenza del settore in cui si vuole realizzare il progetto di impresa;
  • contributi personali in termini di Know How, apportati all’iniziativa imprenditoriale;
  • ruolo e mansione che ciascun socio ricopre nell’ambito dell’organizzazione aziendale;
  • la partecipazione ad eventuali associazioni professionali.

Oltre al curriculum vitae, occorre allegare la situazione patrimoniale di ciascun socio da cui deve risultare il patrimonio personale dei soci e la loro situazione finanziaria. In fase di istruttoria viene  valutata anche  la capacità dei singoli soci di far fronte alla restituzione dell’eventuale denaro prestato.

Tra gli allegati vanno inseriti anche i preventivi economici  dei fornitori. Infatti quando fai le stime dei costi per gli investimenti da effettuare, nel piano economico finanziario devi indicare sia il costo d’acquisto unitario che le quantità che intendi acquistare.

I valori che indichi nel  piano economico- finanziario del tuo business plan devono essere gli stessi che risultano dai preventivi dei tuoi  fornitori. Questa considerazione potrebbe sembrarti ovvia ma non lo è: molte volte ci è capitato in fase di istruttoria dei progetti di investimento di trovare dati nel piano economico -finanziario che non coincidevano nè in termini  di costo nè di quantità con i preventivi allegati dall’imprenditore. Questo è uno dei motivi per cui un progetto di impresa in fase di valutazione viene bocciato!!!

Per avvalorare ciò che hai scritto nel tuo business plan, allega tutti i contratti già conclusi o in fase di esecuzione e che sono relativi a: contratti di fornitura di servizi, contratti di leasing, contratti relativi ad altri finanziamenti, etc.

Al progetto di impresa che presenti allega anche la descrizione della sede in cui si svolge o intendi svolgere l’attività. Tieni conto che ci sono bandi pubblici per finanziamenti agevolati che stabiliscono come requisito di accesso  la disponibilità del locale già  al momento della presentazione della domanda per l’ottenimento dei contributi.

Inoltre è opportuno fare una descrizione del processo produttivo, nel caso si tratti di un’impresa di produzione. Cioè devi allegare  uno schema in cui viene illustrato come si svolge il processo produttivo indicando anche il  layout degli impianti e dei macchinari per la produzione.

A supportare il fatto che il tuo progetto di impresa ha un suo mercato di riferimento devi produrre e allegare i documenti relativi  alle ricerche di mercato e ai risultati emersi dal test di mercato.  Infatti  queste informazioni e i relativi dati di ricerca sono molto utili ai fini dell’istruttoria del progetto poichè consentono di valutare la tua idea di business sulla base di dati tecnici e certi e non di sole “chiacchiere”. Questo è importante perchè molto spesso accade che gli imprenditori si “innamorano” della loro idea di business e fanno difficoltà ad essere oggettivi nel valutarla. Casa c’è di meglio che allegare al business plan i risultati di una riceca di mercato a supporto di ciò che  l’imprenditore intende realizzare?

Per comprovare le stime del fatturato indicato nel piano economico – finanziario del tuo business plan, ti suggeriamo di allegare anche un elenco di clienti o di clienti potenziali che hanno manifestato l’interesse o l’intenzione a volersi servire dei tuoi prodotti/servizi offerti.

Concludendo, puoi ancora allegare delle lettere di referenza che attestano la serietà e la professionalità tua e degli altri soci nonchè le competenze e l’affidabilità.

Questi in linea di massina i documenti che è necessario allegare insieme al progetto di impresa. Se intendi  partecipare a dei bandi pubblici fai molta attenzione anche alla documetazione specifica che il bando pubblico richiede, come ad esempio, i documenti di identità dei soci, gli ultimi bilanci approvati (nel caso si tratti di società già esistenti), il DURC e quantaltro richiesto dal bando stesso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 thoughts on “DOCUMENTI DA ALLEGARE AL BUSINESS PLAN

  1. Il Business plan è completo a parte il piano economico e finanziario che deve essere rivisto. A questo devo aggiungere alcune voci dei pitch che devo inviare ai VC e che mi sono sconosciute. Sono a Milano a chi posso rivolgermi?

    Francesca.

    1. Ciao Francesca,

      al momento non sappiamo chi consigliarti per aiuti sul business plan in zona Milano. Abbiamo preso dei contatti con dei professionisti, ci abbiamo parlato, ma non ci hanno convinti.

      A giorni dovremmo avere delle risposte: se ci convincono, ti facciamo sapere.

      A presto.

  2. Ciao Francesco,
    in linea di massima qualche organo competente per aiutarti a redigere il Business Plan esiste. Solitamente si tratta di strutture pubbliche, ma sono poche. Di solito se ne occupano i BIC regionali con l’unico inconveniente che, proprio perchè sono strutture pubbliche, hanno tantissimi imprenditori che chiedono aiuto come quesllo che chiedi tu. E quindi i tempi sono abbastanza lunghi.

    Per tagliare i tempi, ci sono i privati: commercialisti, consulenti aziendali, società di consulenza che si occupano di scrivere il Business Plan. Ma, ovviamente, costano.

    In più, non sapendo dove risiedi e da quale città o Regione scrivi, non saprei proprio chi indicarti.

  3. Salve, io con mio fratello vogliamo fare impresa per cui e da costituire,visto che non trovo molto semplice l’iter burocratico da seguire per presentare il progetto e affinchè non incappiamo in errori che ci possano escludere dal Progetto, vi pongo una domanda:
    la mia domanda e questa; ci sono organi competenti che ti assistono nella compilazione del Formulario di presentazione del progetto e se si, me li potete indicare?
    Grazie.