Home » BLOG » Finanza Agevolata » Novità » I FINANZIAMENTI AGEVOLATI DEL COMUNE DI ROMA: LA LEGGE 266/97.

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI DEL COMUNE DI ROMA: LA LEGGE 266/97.

Il Comune di Roma, Assessorato Lavori Pubblici e Periferie, ai sensi della legge 266/97 ha riaperto il bando per finanziare progetti di investimento e sviluppo di piccole e micro imprese nuove o esistenti in aree di degrado urbano. In particolare l’intervento agevola il potenziamento e la diffusione dell’economia in alcune aree del territorio di Roma, con obiettivo la creazione di nuova occupazione. Il bando mette a disposizione dei neo-imprenditori, o di imprenditori già esistenti che vogliano ampliare la loro attività, 3.800.000 euro. Possono beneficiare delle agevolazioni le piccole e le micro imprese che producono o forniscono beni e/o servizi. La forma giuridica che possono avere le imprese ammesse al beneficio può essere: - ditta individuale - società di persone - società di capitale - cooperative sociali di tipo A o di tipo B (ai sensi della legge n° 381/1991) - cooperative di produzione e lavoro La Giunta Comunale ha individuato alcune zone del territorio urbano di Roma all’interno delle quali dovranno essere realizzati i progetti di investimento e sviluppo di cui sopra. Tali aree sono delimitate dalle vie di Roma: per esempio, nella stessa zona potrebbero essere comprese alcune vie e altre no.

Ovviamente, per non vedersi revocato il finanziamento eventualmente ottenuto, la localizzazione dell’impresa beneficiaria dovrà rimanere la stessa per tutta la durata del finanziamento. Oltre a ciò, a bando è prevista la possibilità di finanziare alcune attività imprenditoriali, mentre alcune altre sono escluse dal beneficio del finanziamento. Il valore dei progetti di investimento ammesso può variare dai 20.000 ai 400.000 euro. Il finanziamento da parte del Comune di Roma riguarderà il 50% del progetto di investimento, ripartito in un finanziamento a fondo perduto (ossia vengono “regalati” i soldi), e un finanziamento a tasso di interesse agevolato pari allo 0,5% annuo. Facciamo un esempio: voglio aprire una nuova azienda e prevedo (a Business Plan) di effettuare degli investimenti come di seguito indicato.

Macchinari: 30.000 euro Software: 6.000 euro Mobili e Arredi: 10.000 euro L’ammontare dell’ investimento complessivo è 46.000 euro. Se il Comune ritiene di poter finanziare il nostro business, allora il finanziamento che ci concederà sarà pari al 50% del totale, cioè il 50% di 46.000 euro, che sono 23.000. Di questi 23.000 euro, la metà (11.500 euro) sono a “fondo perduto”, cioè “regalati”. Gli altri 11.500 saranno concessi con un finanziamento da restituire in 3 anni, a tasso di interesse agevolato dello 0,5%. La scadenza del bando è prevista per l’8 Giugno 2009 alle ore 12. Se hai bisogno di altre informazioni, siamo a Tua disposizione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>